Fiorenzuola Today

«Sul Regolamento del verde ci stiamo lavorando, i nostri interventi tendenti all'ottimo»

In Consiglio a Fiorenzuola bocciata la mozione della minoranza che chiede un Regolamento per la gestione del verde. Morganti (assessore) e Gandolfi (sindaco): «Ci chiedete di impegnarci per cose che stiamo già facendo». Rossini, Mainardi e Marchetta: «Scarsa sensibilità al tema»

Nella foto di repertorio il taglio dei sette bagolari in via Liberazione nel 2019 (foto Trespidi)

La richiesta al sindaco e alla Giunta era quella di «impegnarsi a redigere un Regolamento del verde pubblico per tutelare il patrimonio arboreo e arbustivo presente sul territorio, con incontri di confronto in Commissione Ambiente e Territorio». La maggioranza ha però respinto la mozione presentata nell’ultimo Consiglio comunale dalla pentastellata Elena Rossini e sottoscritta dai colleghi Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola) e Carlo Marchetta (Pd). Il motivo? «Ci chiedete di impegnarci per cose che stiamo già facendo ed è ingeneroso dire che cittadini e associazioni hanno rilevato una scarsa attenzione alla cura del verde» quando, secondo l’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Morganti, «l’operato della gestione non è stato approssimativo e grossolano ma tendente all’ottimo».

Negli anni più parti – associazioni ambientaliste e gruppi di opposizione in Consiglio - hanno criticato, con tanto di raccolte firme e sit-in, gli interventi dell’attuale Amministrazione sul verde pubblico, in particolare le potature intensive messe a punto nei primi anni di mandato e l’abbattimento dei sette bagolari da via Liberazione, sostituiti da quattro aceri con la riqualificazione di piazzetta San Francesco nel 2019.

Interventi che hanno portato più volte minoranza e associazioni a richiedere la predisposizione di un Regolamento del verde pubblico, a partire dal Consiglio comunale del luglio 2019 quando alla proposta la maggioranza non si espresse a favore, così come alla mozione presentata nell’ultima seduta del 30 giugno, dove è stata evidenziata «la poca sensibilità al tema del verde dal parte dell’Amministrazione». «Qualche giorno fa in Commissione Ambiente è stato presentato una bozza di Regolamento del verde pubblico e privato quindi probabilmente siamo stati di stimolo», ha detto Rossini presentando la proposta al Consiglio. «Siamo stupiti ma soddisfatti di vedere finalmente una bozza e soprattutto della decisione dell'Amministrazione di volere parlare insieme in commissione di questo argomento – ha aggiunto -, cosa che è avvenuta in cinque anni solo per il regolamento sulla cittadinanza onoraria. Non abbiamo compreso per quale motivo la bozza non sia stata però oggetto di discussione con le associazioni, come l'amministrazione aveva promesso loro».

Pronta la risposta dell’assessore Morganti che ha annunciato «un confronto tra stakeholder accreditati e competenti sul tema per concludere il regolamento entro il termine della consigliatura». Chi intende prendere parte alla seconda audizione informale della Commissione Ambiente, la cui data deve ancora essere fissata, dovrà accreditarsi inviando una mail a ambiente@comune.fiorenzuola.pc.it fornendo una nota sintetica rispetto alla propria professionalità e/o realtà associativa, entro le ore 12 del 7 luglio. Il regolamento, ha proseguito l'assessore, vedrà l’inserimento «di criteri, nei limiti della Legge, per quanto riguarda l’affidamento dell’incarico alle ditte alle quali saranno appaltati i lavori del verde, come ad esempio potrebbe essere il possesso di attestati specifici per dipendenti e interventi sulle chiome». «Era importante intervenire prima per operare con criterio e con strumenti su quanto fatto, non a fine consigliatura con l’idea di un percorso partecipativo» - ha ribattuto Mainardi, tra i firmatari della mozione che Morganti e Gandolfi avevano chiesto di ritirare «per le premesse ingenerose». «La minoranza aveva anticipato l’idea e il Comune l’ha seguita: si può votare tutti la mozione e poi tutti il regolamento», ha proposto Marchetta, suggerendo anche di «stilare un Regolamento adeguato al territorio di Fiorenzuola».

Morganti, annunciandosi contrario alla mozione così come tutta la maggioranza, ha ribattuto alla minoranza spiegando che «il percorso era iniziato tempo fa, in Commissione è stata presentata la bozza del Regolamento e successivamente è stata depositata la mozione, quando già si sapeva che si stava lavorando sul tema, anche dopo l’annuncio dell’assessore all’Ambiente nel Consiglio dello scorso maggio». «Del Regolamento se n’era parlato quando con un gruppo di cittadini (che avevano costituito la Compagnia delle piante, nda) venne piantumata l’area pubblica di via Guareschi ma non si può pretenderlo in breve tempo, abbiamo dovuto fare altre cose – ha detto il sindaco Romeo Gandolfi sostenendo quanto spiegato da Morganti -. Le ultime riunioni con gli Uffici risalgono ad aprile. Non accetto di votate a favore della mozione che ci impegna a fare una cosa che stiamo già facendo. Solleciterò gli assessori ad accelerare i tempi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sul Regolamento del verde ci stiamo lavorando, i nostri interventi tendenti all'ottimo»

IlPiacenza è in caricamento