FiorenzuolaToday

Frontale tra auto e tir a Fiorenzuola: muore un uomo

Il 71enne Angelo Badini ha perso la vita lungo la tangenziale in uno scontro frontale tra la sua Fiat Punto e un tir che proveniva dalla direzione opposta

l'incidente mortale

Tragico incidente stradale sulla via Emilia a Fiorenzuola nella mattinata dell'8 febbraio. Angelo Badini, 71enne di Castellarquato, ha perso la vita lungo la tangenziale in uno scontro frontale tra la sua Fiat Punto e un tir che proveniva dalla direzione opposta. L'impatto è stato violentissimo e l'uomo è rimasto incastrato all'interno dell'abitacolo della sua vettura distrutta. Sul posto sono subito accorsi i vigili del fuoco insieme ai sanitari del 118 intervenuti con l'auto infermieristica della postazione di Cadeo e l'ambulanza. Purtroppo per Badini, alla guida dell'auto, non c'era più nulla da fare. Illeso il conducente del mezzo pesante. La tangenziale è rimasta chiusa per consentire agli agenti della polizia stradale di Piacenza di effettuare i rilievi e chiarire la dinamica. 

AGGIORNAMENTO ORE 12

Tangenziale ancora bloccata per consentire i rilievi della polizia stradale e il recupero dei mezzi. Per chi proviene da Alseno si consiglia di uscire alla prima uscita "San Bernardino" e proseguire poi sulla via Emilia. Per i mezzi provenienti da Piacenza e diretti verso Parma si consiglia di proseguire sulla via Emilia, senza immettersi sulla tangenziale.

AGGIORNAMENTO ORE 13

La strada statale 9 “Via Emilia” è stata riaperta dopo l’incidente a Fiorenzuola d’Arda. Il traffico è tornato regolare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento