FiorenzuolaToday

Fiorenzuola, Lega Nord: “Giunta allo sbando, pronta nostra alternativa"

Per Pezzani “in casa Pd è ormai un tutti contro tutti, una guerra politica intestina innescata dai deludenti risultati di questa amministrazione, non più nascondibili dietro i soliti slogan. C’è forte disaffezione della città nei confronti di questa giunta, dimostrata anche dal fatto che la recente festa del Pd locale è andata pressoché deserta"

il sindaco Compiani

Prima l’uscita di Rifondazione, poi l’autocandidatura ‘ribelle’ di Savinelli, quindi la frattura interna al PD che si allarga sempre più: la coalizione “Fiorenzuola insieme” è finita. E il Pd è in frantumi. Dopo quasi 20 anni si aprono finalmente scenari diversi. Siamo pronti a offrirci come alternativa”. Lo dicono il segretario provinciale della Lega Nord Pietro Pisani e il segretario del Carroccio locale Andrea Pezzani nel pieno del caos esploso in maggioranza a Fiorenzuola. Pisani annuncia che “nell’area liberale c’è un gruppo che sta lavorando a un progetto, a proposte e iniziative per il bene della città, dopo anni di gestione fallimentare Pd. Siamo aperti a chiunque voglia collaborare con spirito costruttivo, e ai partiti diciamo: no a fughe in avanti, se ci sarà una alleanza questa si dovrà costruire sui contenuti prima ancora che sulle persone. Proprio quei contenuti che, a detta anche di molti componenti del Pd locale e delle forze che costituivano la maggioranza di governo uscita dalle elezioni, sono venuti a mancare in questi anni alla giunta Compiani". 

Per Pezzani “in casa Pd è ormai un tutti contro tutti; una guerra politica intestina innescata dai deludenti risultati di questa amministrazione, non più nascondibili dietro i soliti slogan. C’è forte disaffezione della città nei confronti di questa giunta, dimostrata anche dal fatto che la recente festa del Pd locale è andata pressoché deserta. Da un lato assistiamo a una presa d’atto da parte di una porzione dello stesso Partito democratico del fallimento amministrativo nella guida della città, da qui il tentativo disperato di qualcuno di smarcarsi; dall’altro si nota anche uno scollamento generazionale: impossibile non notare che i più critici nei confronti di questa amministrazione sono i più giovani”. Però non si può pure non rimarcare come chi sia stato parte partecipe e attiva della decadenza della città, oggi si ripresenti con nuove ambizioni di governo. Starà ai cittadini giudicare. Noi riteniamo che Fiorenzuola meriti un’amministrazione che sia in grado di dare quelle risposte che in questi anni sono venute a mancare. Nello sviluppo come nel commercio, nella sanità come nei lavori pubblici, nella sicurezza come nell’ambiente e nell’immigrazione. Una amministrazione molto più attenta e pragmatica sul vissuto quotidiano delle persone e ai servizi di tutti i giorni. Cosa che questa amministrazione, a detta dei suoi stessi esponenti, non è stata in grado di fare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento