FiorenzuolaToday

Mdp: «Nessuna riparazione alla "casa dell'acqua", ora in stato di abbandono. Ripristinarla»

Gli attivisti di Articolo Uno-Mdp: «Fiorenzuola è stata uno dei primi comuni a dotarsi di una struttura per l'erogazione gratuita di acqua, accolta con grande favore dalla cittadinanza che sin dall'inizio ne faceva grande uso»

La casetta dell'acqua di Fiorenzuola (foto Trespidi)

«Dal mese di novembre la “casetta dell’acqua” situata nei pressi della piscina comunale, risulta essere stata chiusa, ufficialmente per manutenzione anche se non è ancora stato fatto nessun intervento, ed attualmente versa in uno stato di totale abbandono». A “denunciarlo” sono gli attivisti di Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista.

«Dal Bilancio di sostenibilità 2016 redatto da IREN – scrivono in una nota - si evidenzia che dalle 25 “casette dell’acqua” presenti sul territorio provinciale sono stati erogati 13 milioni e 526mila litri di acqua con un risparmio di 316 tonnellate di PET, 822 tonnellate di CO2 ed almeno 2 milioni di euro per i cittadini. La città di Fiorenzuola è stata una delle prime a dotarsi di una struttura per l’erogazione gratuita di acqua, accolta con grande favore dalla cittadinanza che sin dall’inizio ne faceva grande uso».

«L’attuale Amministrazione comunale – proseguono - ha invece pensato bene di chiuderla accampando le scuse più banali come presunti sprechi di acqua, risparmio dei circa 2mila e ottocento euro annui per la gestione, scarso utilizzo da parte degli utenti. Inoltre è stato mascherato il fatto con non meglio specificate necessità di manutenzione, peraltro mai iniziate». «Spiace notare che mentre in tutti gli altri comuni della provincia si cerca di incentivare l’uso delle “casette” per ridurre il consumo di plastica e dare nel contempo un piccolo ma concreto aiuto economico ai cittadini l’ Amministrazione comunale di Fiorenzuola dimostra un totale disinteresse per queste problematiche».

«Chiediamo pertanto – concludono - che venga ripristinata al più presto l’erogazione dell’acqua, sia naturale che gasata, auspicando che si valuti anche l’apertura di una seconda “casetta” che, per un comune di oltre 15mila abitanti, ci sembra il minimo necessario».      

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento