menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto sono indicate le abitazioni davanti alle quali sorgerebbe la nuova ala del cimitero

Nella foto sono indicate le abitazioni davanti alle quali sorgerebbe la nuova ala del cimitero

«Fiorenzuola, non vogliamo il cimitero così vicino alle nostre case»

I residenti, con il supporto dell'associazione Fiorenzuola in movimento (5 Stelle), protestano contro la nuova ala prevista, che arriverebbe troppo vicino alle abitazioni oltre a togliere l'unico parcheggio e rendere pericolosa la curva: «Progettazione sbagliata e non a norma»

Il Comune di Fiorenzuola decide di allargare il cimitero, aggiungendo 250 nuovi loculi  su un’area di 3mila metri. Per realizzarla si è deciso, a quanto pare, di sacrificare la parte anteriore dove attualmente c’è il parcheggio. Contro questa scelta si sono però sollevati diversi cittadini e residenti che, decisi a tutto, non solo puntano il dito sulla perdita dei posti auto del parcheggio, ma ovviamente - con questo ampliamento - si troverebbero la vista del camposanto direttamente dalle finestre di casa.
L’associazione “Fiorenzuola in movimento” ha raccolto la protesta dei cittadini, realizzando sul posto anche un video informativo e ben chiaro sui problemi in capo a questo progetto. E intanto è partita anche una raccolta di firme. Insomma, i cittadini non ci stanno e sono pronti a dare battaglia.

«Questo progetto è una doppia violazione perché va contro sia alla normativa regionale che allo stesso Psc di Fiorenzuola. Entrambi infatti prevedono, quando si parla di costruzione o ampliamento di cimiteri, una cosiddetta fascia di rispetto della distanza minima dalle abitazioni che non può essere inferiore ai 50 metri» affermano gli attivisti del movimento che fa capo al Cinque Stelle. Inoltre viene fatto notare che la nuova struttura cimiteriale costituirebbe anche un pericolo per la circolazione stradale, rendendo cieca la curva della strada che passa in quel punto: «Non si tratta solo di una cattiva progettazione, ma è anche fuori norma».
A tale proposito viene fatto notare un altro aspetto importante: «Il piano regolatore prevede l’espansione alle spalle del cimitero di Fiorenzuola. Qui c’è un vasto campo agricolo che, in base al Psc, sarebbe espropriabile per l’ampliamento del cimitero. Anche economicamente, facendo due conti orientativi, sarebbe sicuramente molto più conveniente rispetto a questo progetto che, oltre a violare la distanza dalle abitazioni, toglierebbe anche l’unico parcheggio esistente. Allora viene spontaneo chiedersi perché il Comune non voglia percorrere questa soluzione che non solo sarebbe migliore ed economica anche da un punto di vista progettuale, ma tutelerebbe soprattutto i cittadini».

Prosegue l’associazione fiorenzuolana: «Sappiamo che l’ampliamento del cimitero si rende necessario per il fatto che, ad oggi, vi sono soltanto sei loculi liberi in tutto il cimitero. Tutto ciò però è dovuto al fatto che negli anni, forse per negligenza, non si è mai proceduto, inspiegabilmente, alla normale e necessaria attività di riesumazione delle salme più datate per liberare spazio utilizzando gli ossari. Ad oggi questo permetterebbe di guadagnare subito 150 loculi, evitando così di dover effettuare questo ampliamento che presenta troppe problematiche».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento