FiorenzuolaToday

Fiorenzuola Patrimonio, il consiglio comunale delibera l'ampliamento dei servizi offerti

Manutenzione del verde e delle strade comunali, gestione degli eventi e degli impianti sportivi, gestione del servizio del sistema di sosta a pagamento e della casa dell’acqua. Queste le nuove possibilità per la società partecipata del Comune di Fiorenzuola

(Repertorio)

Si amplia l’offerta di servizi che potrà prestare Fiorenzuola Patrimonio. Nella serata del 25 luglio il consiglio comunale ha deliberato l’affidamento alla società partecipata interamente dal Comune di Fiorenzuola d’Arda, della manutenzione del verde e delle strade comunali, della gestione degli eventi e degli impianti sportivi – già con Fiorenzuola Sport gestisce la piscina comunale -, della gestione del servizio del sistema di sosta a pagamento e della casa dell’acqua. «In seguito ad opportune valutazioni condivise con l’Amministratore Unico della società partecipata – ha spiegato l’assessore al Bilancio Marcello Minari – è emersa la necessità di apportare ulteriori modifiche statutarie riguardanti l’oggetto sociale che prevedono un ampliamento delle attività che potranno essere svolte dalla società».

Provvedimenti per i quali si è espresso a favore, oltre alla maggioranza, l’unico consigliere del Pd presente in sala al momento della votazione, Paolo Savinelli. Si sono invece astenuti Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola) e Elena Rossini (Movimento 5 Stelle).

«Se il centrodestra, che nelle scorse Amministrazioni era in minoranza, si è sempre detto contrario all’esistenza di questa società, ci viene presentato un ampliamento molto significativo – ha detto Mainardi nel suo intervento -. A mio avviso si può parlare di un mantenimento sbagliato di Fiorenzuola Patrimonio da parte del Comune. Ora c’è proprio un investimento e di conseguenza un impoverimento di fondo del Comune. Mi aspettavo che su alcuni aspetti potesse esserci un po’ di coraggio rispetto alla consolidazione delle politiche del Comune di FIorenzuola».

Paolo Savinelli (Partito Democratico) ha «condiviso l’analisi di Mainardi in merito alla posizione surreale di chi rappresentava la minoranza in passato, rispetto alle opinioni di Fiorenzuola Patrimonio. Se nelle linee programmatiche era stata messa in discussione la società, oggi viene coinvolta maggiormente ed è in espansione. Un ampliamento che noi guardiamo favorevolmente e che potrebbe implementarsi con la gestione dei servizi cimiteriali».

L’assessore Massimiliano Morganti ha chiarito che «ci sono elementi finanziari che fanno sì che oggi la società persista (finanziamento da parte delle casse comunali e che deve ancora rientrare). È una patrimoniale nata male, non per i servizi in sé, ma pe l’affidamento di servizi che erano in perdita. Fiorenzuola Patrimonio deve avere un ruolo diverso e questi servizi sono uno spettro di possibilità». «Rispetto al passato – ha concluso Minari – pensiamo ad un maggior coinvolgimento degli uffici comunali nel controllo della società e dell’offerta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento