FiorenzuolaToday

Quaranta cipressi daranno "nuova vita" a viale Santa Maria. «Riqualificazione a costo zero per il Comune»

Quattro anni fa vennero abbattuti più di trenta pioppi. Brauner (ass. Ambiente): «Il “nuovo” viale alberato potrà essere una bella cartolina per la nostra città»

Una parte del viale che verrà riqualificato (foto Trespidi)

Senza toccare le proprie casse il Comune di Fiorenzuola riqualifica viale Santa Maria che dal sottopasso di viale Corridoni porta al cimitero e poi verso Baselica. In questa zona verranno piantati quaranta cipressi in sostituzione di un filare di pioppi abbattuto quattro anni fa. I lavori, deliberati dalla Giunta, sono iniziati nei giorni scorsi e dovrebbero concludersi in primavera: gli operai di due ditte che si occuperanno della piantumazione, hanno rimosso gli ultimi rimasugli dei tronchi dei pioppi e risistemato il terreno, pronto ad accogliere i nuovi alberi. L’Amministrazione comunale quattro anni fa aveva abbattuto i pioppi che separavano la strada dal viale pedonale a causa del loro ammaloramento. Ne erano stati tagliati ventotto in viale Santa Maria e altri dieci sul viale che fronteggia il cimitero.

«Possiamo dare il via alla riqualificazione di quest’area – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Franco Brauner - grazie ad una convenzione stipulata con le ditte Bassanetti e Scaramuzza impegnate dal 2009 in una cava di ghiaia lungo strada Battibue: in cambio della concessione da parte del Comune per esercitare l’attività estrattiva si erano impegnate a sistemare aree verdi, anche al di fuori del terreno della cava. Il Comune non dovrà quindi sostenere alcun costo». Le due ditte, oltre ad occuparsi della rimozione dei ceppi rimasti a terra, dovranno sostenere le spese per la fornitura di quaranta cipressi e quelle per l’installazione di un impianto di irrigazione goccia a goccia. «Abbiamo convenuto per questa tipologia di alberi – spiega il sindaco Romeo Gandolfi – per tre motivi. Innanzitutto il viale porta al cimitero Comunale e si sa bene che il cipresso con la sua punta alta rivolta verso il cielo è simbolo di "vita eterna". Poi è una pianta che non perde foglie e consente così di evitare i rituali problemi di otturamento delle tubature sotterranee. Infine le sue radici solitamente non si allargano più di tanto senza andare così ad intaccare il manto stradale». Ha concluso l’assessore all’Ambiente: «Siamo molto contenti di questo intervento perché porta alla sistemazione di una zona strategica di Fiorenzuola. Sono tante le persone che sfruttano le strade delle frazioni per raggiungere i comuni della Bassa come Cortemaggiore e Besenzone: il “nuovo” viale alberato potrà essere una bella cartolina per la nostra città». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Viale Santa Maria Fiorenzuola-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento