Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda

Tenta un furto in un negozio davanti alla caserma dei carabinieri, arrestato

Un romeno di 31 anni è entrato nel negozio Tigotà nella notte del 30 settembre forzando una finestra a tre metri di altezza facendo scattare l'allarme. I carabinieri lo hanno fermato nel parcheggio: «Ho solo buttato l'immondizia»

Rimane in cella il romeno arrestato dai carabinieri di Cortemaggiore dopo aver cercato di rubare al negozio Tigotà, nel centro commerciale Emilia di Fiorenzuola. Il giudice Gianandrea Bussi ha accolto la richiesta di custodia cautelare in carcere del pm Monica Bubba. Una decisione motivata dai numerosi precedenti penali e dalla recidiva. Il difensore del 31enne romeno, l'avvocato Paolo Campana, aveva chiesto la remissione in libertà. Il legale ha chiesto il rinvio dell'udienza. L'uomo deve rispondere di tentato furto. Al termine dell'udienza, i militari di Cortemaggiore lo hanno accompagnato in carcere. Lo straniero, 31enne residente a Bologna ma di fatto senza fissa dimora, ha tentato il colpo davanti alla compagnia carabinieri sulla via Emilia. 

Il romeno è entrato nel negozio Tigotà nella notte del 30 settembre forzando una finestra a tre metri di altezza facendo scattare l'allarme, in pochi minuti sul posto sono arrivate le guardie di un istituto di vigilanza e i carabinieri di Corte e il Radiomobile. I militari lo hanno fermato nel parcheggio: «Non centro nulla, ho appena gettato un sacco di immondizia in quel cassonetto». Invece a bordo dell'auto sono stati trovati arnesi da scasso e gli indumenti che indossava erano sporchi di una sostanza bianca compatibile con quella dei nebulizzatori del sistema di allarme scattato poco prima. All'interno dell'esercizio i carabinieri hanno verificato lo sfondamento di una parte del controsoffitto. Al termine degli accertamenti è stato arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta un furto in un negozio davanti alla caserma dei carabinieri, arrestato

IlPiacenza è in caricamento