FiorenzuolaToday

Fratelli d'Italia: "Dati inquietanti che riguardano il presidio della Valdarda"

Morganti e Bazzani: "Se lo scorso anno la Regione non avesse stanziato diversi milioni di euro, l'Ausl di Piacenza non sarebbe stata in grado di chiudere il bilancio"

Fratelli d'Italia sfida il Direttore di Ausl, Luca Baldino, sui numeri riportati nel Consiglio Comunale di venerdì 30 ottobre. "Abbiamo ascoltato una relazione trionfale sullo stato di salute dell'Ausl di Piacenza" spiega con una nota stampa il capogruppo Massimiliano Morganti. "Preme a questo punto ricordare all'Ing. Baldino che se lo scorso anno la Regione non avesse stanziato diversi milioni di euro, l'Ausl di Piacenza non sarebbe stata in grado di chiudere il bilancio".

"Sono però i dati che riguardano il presidio ospedaliero della Valdarda i più inquietanti" prosegue Morganti. "A metà ottobre la Regione ha messo a disposizione 65 milioni di euro da utilizzare a pioggia per i vari presidi del territorio regionale. Nel consiglio regionale di martedì scorso, Fratelli d'Italia ha presentato una risoluzione per impegnare la giunta a destinare le risorse necessarie al completamento dell'ospedale di Fiorenzuola. Una richiesta rigettata dalla sinistra, e questo la dice lunga sull'assenza di chiarezza progettuale che il Pd ha verso il nostro territorio, trattato da "periferia dell'impero".

Non manca di rincarare la dose Alberto Bazzani: "L'Ing. Baldino ha di fatto annunciato un percorso di ristrutturazione aziendale per il contenimento dei costi. Viene da chiedersi se con questa impostazione saremo in grado di mantenere la qualità dei servizi sanitari offerti sino ad ora. In ogni caso occorre fare in fretta e concludere i lavori per l'Ospedale della Valdarda il prima possibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento