FiorenzuolaToday

Furti nel magazzino Sda, tre arresti in pochi mesi. Cellulari e gioielli nel mirino

Cellulari e gioielli nel mirino di alcuni magazzinieri che sono stati arrestati negli ultimi mesi all'Sda di Monticelli. Si tratta di tre uomini, un siciliano, un calabrese e un piaentino che lavorano per una cooperativa

foto web

Cellulari e gioielli nel mirino di alcuni magazzinieri che sono stati arrestati negli ultimi mesi all'Sda di Monticelli. Si tratta di tre uomini, un siciliano, un calabrese e un piaentino che lavorano per una cooperativa. La direzione dell'azienda di spedizioni dopo diversi ammanchi, fanno sapere i carabinieri, ha deciso di rafforzare i controlli inuscita e in entrata degli operai con una vigilanza privata che nella tarda serata del 19 giugno ha dato ancora una volta i suoi frutti. 

Un 36enne calabrese è stato bloccato dalle guardie all'uscita del turno di lavoro: il metal detector aveva segnalato la presenza nella giacca di un oggetto. Come prevede il protocollo la sicurezza ha chiamato il 112 e in pochi secondi i carabinieri di Monticelli erano sul posto. Hanno perquisito l'uomo e gli hanno trovato addosso un pacco con all'interno gioielli Swarovski per un valore di 300 euro. I militari nella sua abitazione a Castelverde (Cremona) hanno trovato un cellulare Samsung S8, del valore di circa mille euro. Il 36enne non ha saputo dire dove lo avesse preso né ha fornito spiegazioni convicenti. E' stato denunciato per ricettazione e arrestato per furto aggravato. E' comparso nella mattinata del 30 giugno in tribunale per la direttissima davanti al giudice Italo Ghitti e al pm Antonio Rubino. Il suo legale ha chiesto i termini a difesa, l'arresto è stato convalidato e il processo rinviato: il giudice, visto che l'uomo aveva già una condanna per evasione, ha deciso per la misura di custodia cautelare in carcere in attesa del processo.  Il 21 giugno un 48enne piacentino, sempre in forze alla cooperativa che lavora per Sda, era stato arrestato per furto. Era uscito dall'azienda zoppicando, era stato controllato e in una scarpa aveva nascosto un cellulare Samsung S8. Il 29 marzo invece un siciliano di 28 anni era finito nei guai sempre per furto: aveva rubato all'interno dell hub di San Nazzaro un cellulare Huawei del valore di circa 300 euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento