menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una pattuglia dei carabinieri del Norm di Fiorenzuola

Una pattuglia dei carabinieri del Norm di Fiorenzuola

Furto, ricettazione e assunzione di droghe: tre denunce e otto persone segnalate dai carabinieri

Quindici pattuglie della Compagnia di Fiorenzuola hanno messo in campo un servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione di reati e la repressione dell’uso di sostanze stupefacenti tra i più giovani

Due persone denunciate per furto, una per ricettazione e in otto segnalati per l’uso personale di sostanze stupefacenti. Per due giorni i carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola hanno eseguito un articolato servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione di reati e la repressione dell’uso di sostanze stupefacenti tra i più giovani, «problematica per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei militari dell’Arma» - fanno sapere dal Comando provinciale di via Beverora. Sono state impegnate le pattuglie di tutte le stazioni della Valdarda, quindici in tutto, oltre a quelle del Norm: insieme hanno controllato le principali vie di comunicazione ed eseguito una serie di mirate perquisizioni finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti e al ritrovamento della refurtiva in seguito ai furti in abitazione. I carabinieri hanno controllato centodieci veicoli e sanzionato numerose persone per infrazioni al Codice della Strada.

Otto persone sono state segnatale alla Prefettura come assuntori: tra questi un 31enne pregiudicato residente a Caorso, controllato a Carpaneto e trovato in possesso di hashish; e un 38enne residente a Fiorenzuola, fermato e controllato a Castellarquato e trovato in possesso di eroina. Un giovane artigiano 23enne, nato a Cremona ma residente a Castelvetro, invece, è stato denunciato per furto: aveva reciso la catena e si era impossessato di una bicicletta di proprietà di un operaio 39enne che l’aveva lasciata a Monticelli all’interno del Circolo Canottieri. Stessa sorte è toccata ad un 41enne residente a Calendasco, che a Castellarquato aveva asportato circa 10 quintali di legna, quattro bombole gpl ed alcuni utensili da giardino. Infine, un cittadino cinese è stato denunciato per ricettazione perché, all’interno del proprio negozio di telefonia, esponeva per la vendita un telefono cellulare del valore di più di 400 euro, risultato essere rubato.

«L’attenzione del Comando provinciale carabinieri di Piacenza rimane alta e costante sull’intera provincia al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini - si legge in una nota dell’Arma -. Continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto, svolti affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa; e contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla Giustizia i rispettivi autori»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino, a Piacenza in arrivo quasi 54mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento