menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Dordoni, Brusamonti, Lusignani, Mussi

Da sinistra Dordoni, Brusamonti, Lusignani, Mussi

"Giovani E20!": un bando per valorizzare le aree pubbliche della città

Il concorso di idee è finalizzato a promuovere la valorizzazione di aree pubbliche della città attraverso la creatività giovanile e dare l’opportunità ai giovani di offrire un apporto dinamico e costruttivo alla comunità

Un bando di idee per valorizzare le aree pubbliche di Fiorenzuola (Piacenza): è stato presentato nei giorni scorsi, presso la biblioteca comunale, il nuovo concorso di idee “GIOVANI E20!” promosso dal vicesindaco Giuseppe Brusamonti, dall'assessore alle Politiche Sociali Angelo Mussi, dall'assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche della Partecipazione Sara Lusignani e da Sabina Dordoni responsabile del Settore Servizi alla Persona e alla Famiglia.

Il concorso di idee è finalizzato a promuovere la valorizzazione di aree pubbliche della città attraverso la creatività giovanile; far emergere idee di progetti innovativi volti a sviluppare la socialità e il bene comune nella collettività locale; dare l’opportunità ai giovani di offrire un apporto dinamico e costruttivo alla comunità, perseguendo contestualmente i propri progetti di vita e le proprie aspirazioni.

In particolare il concorso intende sollecitare la presentazione da parte dei giovani di proposte progettuali relative ad alcune delle principali aree pubbliche della città.

“Il concorso rappresenta una scommessa sui giovani – puntualizza il vicesindaco di Fiorenzuola Giuseppe Brusamonti - per progettare eventi da programmare nella città; significa puntare sulle capacità e responsabilità delle nuove generazioni per rivitalizzare e rianimare la città. I giovani hanno contatti con le novità che circolano e sono in grado di riprodurle e rappresentarle anche nel contesto fiorenzuolano; i giovani sanno capire e intercettare i bisogni e i gusti dei loro coetanei, quindi le proposte che avanzano sono mediamente in linea con le aspettative. Tutte le volte che abbiamo puntato sui giovani, vedi feste ex macello, abbiamo avuto riscontri più che positivi in termini di partecipazione, ordine, rumore e divertimento. Ciò significa che i giovani non solo hanno capacità, ma sanno anche usarle e metterle a frutto quando serve. Inoltre il concorso permette di passare dalla facilità della critica (“non si fa mai niente a Fiorenzuola”), alla responsabilità dell'iniziativ (“proviamoci noi”)”.

L’assessore Sara Lusignani inquadra il bando di concorso di idee “Giovani E20!” all’interno di un rapporto dinamico tra la pubblica amministrazione e i giovani: “Grazie a questa attenzione e sensibilità, coniugata anche alla sperimentazione di nuovi percorsi, abbiamo consolidato le attività socialmente utili a favore dei servizi del Comune, in cui anche i giovani possono diventare protagonisti, attraverso progetti di socializzazione lavorativa. Partendo dal riconoscimento dell’apporto costruttivo dei giovani sperimentato inoltre anche all’interno dei progetti di servizio civile, negli ambiti dei servizi della pubblica istruzione, biblioteca e assistenza agli anziani, abbiamo investito dal 2014 competenze e risorse umane nell’area della progettazione sociale rivolta ai giovani. Abbiamo pertanto aderito alla rete nazionale Eurodesk creando all’interno del comune di Fiorenzuola uno dei primi centri Eurodesk accreditati nella Regione Emilia Romagna. Infine è tuttora in corso di realizzazione un progetto sovracomunale che prevede l’avvio della Consulta Giovani, con momenti di scambio tra gli amministratori e i giovani del territorio. Questo bando vuole essere pertanto una prima ed importante occasione per dare voce ai giovani nell’ambito della progettazione, con una ricaduta operativa, ossia la realizzazione di nuovi spazi di vita e condivisione all’interno della comunità locale”.

L’assessore ai Servizi sociali Angelo Mussi considera il bando “Giovani E20!” una forma di apertura ai giovani e un'opportunità per gli stessi di cittadinanza attiva, di partecipare in prima persona con le proprie idee ed il proprio entusiasmo nel predisporre iniziative nelle quali coinvolgere tutta la città.

Le proposte dovranno prevedere la realizzazione di attività rivolte alla cittadinanza in questi luoghi, con l’obiettivo sia di restituire alla città spazi di vita e di condivisione attraverso iniziative che stimolino la socialità sia di valorizzare l’apporto dei giovani alla vita della città, attraverso idee dinamiche, flessibili e concrete che rappresentino il punto di partenza per il rilancio della partecipazione dei giovani alla vita sociale e culturale della città. Il concorso è rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. E’ possibile la partecipazione sia singolarmente che attraverso gruppi informali o attraverso associazioni che siano composte almeno per il 50% da giovani dell'età precedentemente indicata. 

Le proposte dovranno essere presentate al comune di Fiorenzuola (settore servizi alla Persona e alla Famiglia, Piazza San Giovanni 2) entro e non oltre le ore 12 del 6 maggio 2016. Al primo progetto classificato sarà assegnato un contributo di euro 1500, al secondo progetto un contributo di euro 800,al terzo progetto un contributo di euro 700.

Informazioni relative alla presentazione delle proposte potranno essere richieste via mail all’indirizzo monique.casali@comune.fiorenzuola.it. Bando e modulistica sono reperibile all’indirizzo Internet: www.comune.fiorenzuola.pc.it

IL BANDO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento