menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Premio San Fiorenzo. Sotto Francesco Negrotti

Il Premio San Fiorenzo. Sotto Francesco Negrotti

«Ha ispirato la sua vita e il suo lavoro a fraternità e povertà». A Francesco Negrotti il Premio San Fiorenzo

Il Premio sarà conferito nella serata di venerdì 16 ottobre in Chiesa Collegiata, nell’intermezzo della “Missa Criolla” eseguita dalla Corale di Fiorenzuola

Il Premio San Fiorenzo 2015 sarà assegnato al Dottor Francesco Negrotti, funzionario comunale, responsabile del settore socioeducativo municipale per più di trent’anni.

La Commissione per l’assegnazione del prestigioso titolo si è riunita nei giorni scorsi e ha visto in Negrotti la persona più adatta per ricevere il Premio di quest’anno.

«Testimone laico dei principi dell’Ordine (Fraternità, Minorità, Povertà) – si legge nelle motivazioni dell’assegnazione - non solo in virtù dell’assidua e proficua frequentazione ma altresì della naturale riservatezza e di una profonda disposizione al distacco dai beni e dal possesso, a tali valori ha ispirato la sua vita e il suo lavoro. Ne costituiscono recenti conferme da un lato la scelta di proseguire per l’Anno 2015 la sua preziosa attività presso il Comune supportando il non facile passaggio di consegne tramite un incarico a titolo gratuito e rinunciando ad ogni emolumento; dall’altro l’abnegazione e la dedizione con le quali prosegue a titolo volontario la sua tuttora preziosa attività». 

«Nell’anno in cui assistiamo a una grave recrudescenza dei fenomeni di vilipendio e oblio dei diritti umani che chiamano a doverose risposte che stanno profondamente cambiando ragioni e finalità dell’Unione l’Europea e considerando il collegamento con tema di quest’anno del Convegno 015 (4)-2Ecclesiale, la Commissione del premio ha giudicato molto indovinata la scelta del dott. Francesco Negrotti, una persona che in silenzio, ma fattivamente anche nelle circostanze più difficili in tutte le forme possibili grazie a una sollecitudine che solo l’umiltà consente ha saputo distribuire al prossimo i soli beni che non deperiscono proprio perché non lasciano traccia visibile, ovvero aiuto, generosità, coraggio e intelligenza concorrendo così alla realizzazione di quel bene comune che dovrebbe restare la massima aspirazione di coloro che vivono sul nostro territorio».

Il Premio sarà conferito nella serata di venerdì 16 ottobre in Chiesa Collegiata, nell’intermezzo della “Missa Criolla” eseguita dalla Corale di Fiorenzuola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento