FiorenzuolaToday

«I servizi sanitari sul territorio se ne vanno diminuendo nel completo silenzio»

Elena Rossini (M5s): «I posti letto utilizzati ridotti per permettere agli operatori del settore di fare le ferie, ad ogginon sono stati ripristinati. Inoltre tre medici, dopo vincita di concorso in altra struttura, non sono stati sostituiti»

L'ingresso di uno dei reparti dell'ospedale di Fiorenzuola in una foto di repertorio (foto Trespidi)

«Continuiamo a sentire a dirigenza Ausl e l’Amministrazione comunale fare dichiarazioni di perfetto funzionamento e promesse sul futuro positivo dei servizi sanitari fiorenzuolani, mentre pian piano essi vanno diminuendo nel completo silenzio». La consigliera comunale di Fiorenzuola, Elena Rossini (M5s), interviene con una nota per “denunciare” la «carenza dei posti letto nei reparti dell’ospedale».

«Come tutte le estati – scrive la Rossini -, anche quest'anno i posti letto utilizzati degli ospedali sono stati ridotti per permettere agli operatori del settore di fare le ferie. Già questa sarebbe una prassi da modificare. Il servizio sanitario deve rispondere alle necessità e queste non diminuiscono in automatico in base alle ferie dei dipendenti. I dipendenti hanno ovviamente diritto di fare le ferie, ma come in tutti i posti di lavoro che debbono garantire una continuità, la direzione si organizza e fa in modo di mantenere funzionante l'attività. Normalmente i posti letto venivano ripristinati a metà settembre, ma ad oggi, fine ottobre, a Fiorenzuola i posti letto sono ancora ridotti. Inoltre tre medici, dopo vincita di concorso in altra struttura, non sono stati sostituiti».

«Questi fatti – incalza la consigliera comunale pentastellata - evidenziano la bontà dell’organizzazione della Dirigenza Ausl e l’attenzione dell’Amministrazione comunale alla fornitura di servizi adeguati. Il vicesindaco Pizzelli, assessore competente in materia, dipendente Ausl a Fiorenzuola non può non essere informata della situazione, ma non la si sente proferire parola in merito. Ora che amministra e potrebbe dimostrare che le sue lotte con il Comitato a difesa dell'ospedale non erano solo per aggiudicarsi un posto di rilevanza in Comune, si scoprono le carte. Il fatto che Ausl non ripristini nemmeno i posti letto inutilizzati durante l'estate evidenzia una mancanza di concreto impegno a far sì che l'ospedale di Fiorenzuola diventi davvero ciò che si va promettendo. Ausl cominci a dimostrare nei fatti che l’ospedaIe di Fiorenzuola intende mantenerlo, non solo ripristinando i posti letto, ma sostituendo i medici mancanti, cominciando a progettare e fare i bandi per le sale operatorie promesse e stanziando i finanziamenti necessari al completamento della struttura in costruzione. Solo così dimostrerebbe che le promesse potranno avere un compimento nel futuro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento