rotate-mobile
L'evento / Fiorenzuola d'Arda

Il 13 maggio a Fiorenzuola “La Piazza della Salute”

Evento promosso dalla sezione Avis con il patrocinio del Comune. Coinvolte numerose realtà ed associazioni socio-sanitarie del territorio

Sabato 13 maggio, dalle 10 alle 18, Piazza Caduti di Fiorenzuola d’Arda diventerà “La Piazza della Salute”: nel corso dell’evento, promosso dalla sezione Avis di Fiorenzuola d’Arda in collaborazione con numerose realtà ed Associazioni di volontariato operanti nel settore socio-sanitario del territorio – Anpas, Alzheimer Italia, Associazione Piacentina Malato Oncologico, Progetto Vita, Lilt, Auser e Afadi – e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Fiorenzuola d’Arda, saranno presenti diversi stand informativi, presso cui i Cittadini potranno recarsi per richiedere ai rispettivi volontari presenti informazioni su diverse tematiche, tra cui il diritto alla salute; stili di vita sani; cultura alimentare; invecchiamento attivo; sostenibilità ambientale; prevenzione ed inclusione sociale.

L’iniziativa è stata presentata presso la Sala dell’Orologio del Municipio di Fiorenzuola d’Arda, alla presenza di diversi esponenti di varie Associazioni coinvolte nella manifestazione: in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, sono intervenuti il Sindaco Romeo Gandolfi e l’Assessore Massimiliano Morganti. Presenti anche gli Assessori Paola Pizzelli, Elena Grilli e Franco Brauner; il Presidente del Consiglio Comunale, Federico Franchi, e la Capogruppo di maggioranza consiliare, Martina Binelli.

«La nostra proposta – ha esordito Alessandro Aramini, presidente della sezione Avis di Fiorenzuola d’Arda – parte dal settantesimo anniversario della fondazione della nostra Associazione: per celebrare questa ricorrenza, ci siamo prefissati l’obiettivo di recuperare, all’interno delle nostre attività, dimensioni importanti per tutta la cittadinanza. Abbiamo così scelto di portare in Piazza Caduti il tema della promozione dei temi della solidarietà e del dono, che si concretizzano nelle diverse esperienze di volontariato attuate anche sul nostro territorio: ci siamo così rivolti alle Associazioni che operano per favorire il benessere delle persone, dal punto di vista sociale, civico e sanitario, per promuovere un dialogo con la cittadinanza».

Gli esponenti delle associazioni hanno quindi presentato le varie attività rispettivamente realizzate, anche in riferimento alla manifestazione di sabato 13 maggio. Ugo Coperchini (Associazione Famiglie Ragazzi Disabili): «Lavoriamo soprattutto nel campo dell’inclusione sociale, favorendo l’attuazione di servizi per le persone disabili, e sabato in Piazza Caduti ci rivolgeremo al pubblico sviluppando proprio queste tematiche». Andrea Gelati (Alzheimer Piacenza): «La nostra Associazione, come sarà spiegato sabato da alcuni esperti, opera nel sostenere e non lasciare soli i familiari della persona affetta da Alzheimer: grazie alla collaborazione dell’Ausl organizziamo inoltre un servizio di auto-aiuto permanente presso la nostra sede». Francesco Montagni (Lilt): «Siamo attivi in particolare sul tema della ricerca, purtroppo in crisi nel nostro Paese per la carenza di ricercatori e le basse retribuzioni a loro offerte: ci concentriamo inoltre sul fondamentale aspetto della prevenzione delle malattie, perché senza di essa, come visto nei mesi segnati dalla pandemia, siamo inevitabilmente costretti a rinunciare alla salute dei nostri cittadini. Lilt ha deciso di essere in prima linea su queste finalità: ci stiamo attrezzando con tanti volontari che ci aiutano a portare avanti la nostra impegnativa missione». Franco Pastorelli (Auser): «La nostra attività principale è il taxi sociale, con cui forniamo un servizio indispensabile a coloro che faticano a raggiungere i presidi ospedalieri: ma a questo abbiamo aggiunto eventi sulla salute e sull’alimentazione, e corsi finalizzati a mantenere attive ed impegnate le persone di questa fascia d’età. Cerchiamo di garantire un invecchiamento attivo della popolazione, facendo in modo inoltre, anche in collaborazione con il Garante dei Diritti delle Persone Anziane, che chi chiede aiuto non venga abbandonato». L’Associazione Piacentina Malato Oncologico si rivolgerà ai giovani, con un progetto legato al contrasto del fumo, mentre Progetto Vita – rappresentata in Municipio da Guido Campodonico – proporrà «una particolare dimostrazione di utilizzo del defibrillatore, strumento fondamentale in caso di arresto cardiaco».

«Fiorenzuola d’Arda – ha aggiunto il Sindaco Romeo Gandolfi - ha il privilegio di poter ospitare la sezione Avis più longeva della provincia di Piacenza, e che proprio quest’anno festeggerà i settant’anni dalla propria fondazione: ringraziamo Avis e tutte le varie Associazioni coinvolte, per la promozione e realizzazione di questa manifestazione, per cui confidiamo in una forte partecipazione da parte della Cittadinanza, che potrà ricevere in questa giornata informazioni di assoluta importanza su aspetti fondamentali come la salute ed il benessere». «“La Piazza della Salute” - ha aggiunto l’Assessore alle Associazioni del Comune di Fiorenzuola d’Arda, Massimiliano Morganti - sarà un evento principalmente divulgativo: la Cittadinanza avrà la possibilità di conoscere le attività realizzate dalle Associazioni operanti nel settore socio-sanitario, e nel contempo potrà osservare ancora una volta il grande cuore con cui tali azioni, grazie all’impegno e alla generosità dei rispettivi volontari, vengono attuate a beneficio della popolazione».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 13 maggio a Fiorenzuola “La Piazza della Salute”

IlPiacenza è in caricamento