rotate-mobile
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda

Il campione del mondo Giancarlo Antognoni, ospite dell'Us Fiorenzuola

Roberto Pighi (Vice Presidente): «Per la serata dedicata al calcio giovanile, abbiamo portato a Fiorenzuola una figura capace di trasmettere i valori del calcio ai nostri ragazzi»

E’ arrivato un testimonial eccezionale per la serata dedicata al calcio giovanile, organizzata dall’Us Fiorenzuola. Il campione del mondo con la nazionale nell'82, Giancarlo Antognoni, è stato ospite della Società sportiva ed è stato accolto in Municipio, nella serata di mercoledì 10 giugno, dal sindaco Giovanni Compiani, che gli ha donato una targa di Fiorenzuola, dai Vice Presidenti Daniele Baldrighi, Giovanni Pighi, Francesco Pighi, Roberto Pighi.

«Vent’anni nella stessa squadra, la Fiorentina, della quale è diventato la bandiera d’eccellenza, capitano della Nazionale con 73 presenze: oggi Antognoni è una persona equilibrata, una figura capace di trasmettere ai nostri giovani del progetto “Accademy”, i valori del calcio» ha riferito il neo Vice Presidente Roberto Pighi ai microfoni dei cronisti.

Alle 21 la delegazione si è trasferita al Cinema Capitol, dove alla presenza dei tesserati della Società calcistica e dei genitori, sono stati premiati i giocatori più meritevoli dell’Accdemy, ossia del settore giovanile. Tra questi gli Esordienti 2003 che si sono resi protagonisti di un gesto esemplare di sportività nel campionato appena concluso.

Antognoni a Fiorenzuola ©Trespidi/ilPiacenza

In occasione della gara col Gotico Garibaldina – lo ricordiamo - i rossoneri, sotto di un gol, segnarono senza accorgersene il gol del pareggio, con un giocatore avversario a terra infortunato. Una volta resisi conto dell’accaduto, i fiorenzuolani si accordarono col Gotico Garibaldina per farli segnare a porta vuota e ristabilire così il risultato, tra gli applausi degli avversari e del pubblico presente sugli spalti. Questo gesto dovrebbe essere la normalità nel calcio, ma sfortunatamente non è così. Troppo spesso infatti gli episodi di malcostume radicati tra i giocatori più grandi, si ripetono in modo ancora più irritante sui campi dei settori giovanili: dove genitori, allenatori e ragazzini sono a volte protagonisti di episodi poco edificanti.

Il bel episodio non è passato indifferente sulla stampa locale, che ha riportato la notizia, facendola rimbalzare fino alla redazione di SKYSPORT, che ha assegnato proprio al Fiorenzuola il premio "Cartellino Azzurro" del mese scorso. Il Cartellino Azzurro  è un premio sponsorizzato da Madza e si tratta di un alto riconoscimento che SKY dedica  ogni mese ad un protagonista della Serie A, che si è distinto per un comportamento di fair play.

«E’ grazie alle scuole calcio, come la vostra, - ha detto Antognoni ai Dirigenti e al numeroso pubblico di Fiorenzuola - che i ragazzi imparano a comportarsi in modo corretto, non solo sul campo ma nella vita di tutti i giorni. Io ho iniziato più o meno come voi, ma senza una scuola. Per crescere bisogna essere modesti, umili e credere nei valori dello sport. Ho visto i cambiamenti in questo settore negli ultimi anni. Le altre Nazioni iniziano molto prima a “lavorare” sui giovani: l’Italia è un Paese tra i più importanti a livello calcistico, la Federazione investe sui giovani anche se le altre Nazioni sono più avanti rispetto a noi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il campione del mondo Giancarlo Antognoni, ospite dell'Us Fiorenzuola

IlPiacenza è in caricamento