menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il canile di Castellarquato: «Situazione insostenibile, ci serve aiuto»

L’asilo del cane: «Andiamo avanti solo con le donazioni, da 19 mesi non riceviamo alcunché dai soggetti che hanno firmato convenzioni»

Sos del canile di Castellarquato, «la situazione è insostenibile». «Cari sostenitori dell’Asilo del Cane – spiega l’associazione che ha in gestione la struttura della Valdarda - per troppo tempo siamo stati in silenzio: come sapete, la nostra associazione ha in cura il canile di Castell’Arquato, sulla carta canile comunale. Ebbene, sono esattamente 19 mesi che il nostro canile non riceve un solo euro per i nostri cagnolini. Ogni giorno i volontari si spaccano la schiena per pulire cani e gatti, sotto al sole, pioggia, neve e grandine, tutto ciò nonostante si sentano sminuiti e presi in giro. Da più di un anno e mezzo, e come abbiamo sempre fatto, stiamo continuando ad accogliere i cani di tutti i comuni convenzionati, senza ricevere un euro di quelle convenzioni (che sono stipulate da sempre dal comune di Castell'Arquato). Ci siamo fatti in quattro per raccogliere fondi con feste, cene e aperitivi e solo grazie a voi e alle vostre donazioni stiamo andando avanti, è giusto che lo sappiate. È anche corretto informare i comuni convenzionati che i cani trovati nei loro territori sono, al momento, mantenuti solamente dai fondi dell'associazione! Noi volontari ci sentiamo umiliati, feriti, e presi in giro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Attualità

Sanità, venerdì 9 aprile presidio di fronte all'Ospedale di Piacenza: «Servono risorse, non solo parole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento