rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Fiorenzuola Today

«Il manager della Mae di Fiorenzuola non è il paziente 0: tutti i test negativi»

Lo ha reso noto il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri: «Dai test effettuati è emerso che non ha sviluppato gli anticorpi. Ora andrà cercato chi è il vero paziente 0»

Il manager della Mae di Fiorenzuola non è il paziente 0. L'uomo, amico del 38enne di Codogno che ora si trova in gravi condizioni al San Matteo di Pavia (sua moglie invece al Sacco di Milano), è risultato negativo sia al tampone sia ai test sugli anticorpi, quindi se il 38enne rimane il paziente 1, l'amico non è il paziente 0.  I due si erano frequentati ed erano andati anche a cena al ristorante La Bellaria di Rivergaro (che ha deciso di chiudere liberamente in attesa dei 15 tamponi che sono stati fatti su clienti e personale, cosi come ha detto il direttore Asl Luca Baldino) al ritorno dell'ormai ex paziente 0 dalla Cina. Lo ha reso noto il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri: «Dai test effettuati è emerso che non ha sviluppato gli anticorpi». L’uomo era già risultato negativo al primo test per il coronavirus. Dunque, non è partita da lui la diffusione del virus nel lodigiano. «Ora andrà cercato chi è il vero paziente 0» ha aggiunto Sileri. «Il fatto che non abbiamo trovato gli anticorpi, allo stato attuale delle conoscenze, ci fa pensare che questo non sia venuto a contatto con il virus» ha detto il virologo dell’università degli studi di Milano Fabrizio Pregliasco. I risultati dei tamponi sui 70 dipendenti dell'azienda di Fiorenzuola non sono ancora giunti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Il manager della Mae di Fiorenzuola non è il paziente 0: tutti i test negativi»

IlPiacenza è in caricamento