rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
L'iniziativa / Fiorenzuola d'Arda

Il premio di laurea “Solari” a chi ha promosso studi sulle questioni di genere

L’iniziativa del Rotary Club di Fiorenzuola per onorare la memoria della funzionaria della Provincia e della Regione Roberta Solari

Si è chiuso la settimana scorsa il “Premio di Laurea Roberta Solari” organizzato dal Rotary Club Fiorenzuola d’Arda per onorare la memoria Roberta Solari, funzionaria della Provincia di Piacenza e della Regione Emilia-Romagna, cultrice ed interprete nel territorio piacentino di iniziative tese a sostenere le pari opportunità di genere e la valorizzazione del ruolo femminile. Il Premio è finalizzato a premiare tesi di laurea in diverse discipline presentate da studenti piacentini o da studenti delle Università insediate nel Distretto Rotary 2050 in tema di parità di genere. Il presidente del Club Stefano Pavesi ha sottolineato come “l’iniziativa si inquadri nell’ambito dell’azione che il club sta sviluppando da tempo a sostegno dei giovani, premiando i meritevoli che si distinguono nel loro corso di studi. Inoltre”, ha concluso il Presidente Pavesi, “il Rotary Club Fiorenzuola d’Arda vuole segnalare con questa iniziativa l’estrema importanza per la nostra società della questione della parità di genere su cui occorre non si insiste mai abbastanza”.

Su iniziativa della socia del club Paola Baldini, il premio è stato intitolato alla figura di Roberta Solari, originaria di Morfasso, prematuramente scomparsa. «Roberta Solari ha lasciato un segno indelebile nella sua famiglia e tra i suoi colleghi - racconta Paola - amava lo studio e il Rotary Club di Fiorenzuola ha voluto rendere omaggio all’impegno da lei dimostrato per migliorare la condizione femminile, in vista di una totale integrazione delle donne nel tessuto produttivo». La Commissione del Premio ha visto il coinvolgimento dei due soci del club Claudio Mazzari e Giulia Campagnoli e del Presidente del Rotaract Fiorenzuola Simone Costa. Hanno vinto Lorenza Buttini, laureata in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Pavia, e Giulia Anzano, laureata in Psicologia nella stessa università.

Lorenza Buttini ha discusso una tesi su “Il contrasto al gender pay gap”. In Italia il gap è più basso che in altri paesi, ma allorchè si analizza più a fondo il mercato del lavoro, si verifica come vi siano due mercati paralleli per uomini e donne. La strategia europea per la parità di genere e l’introduzione della certificazione della parità di genere nelle aziende sono strumenti ottimi ma che faticano ad influenzare le singole situazioni del nostro sistema economico.

Giulia Anzano ha discusso invece una tesi su "Pregiudizio implicito ed esplicito a confronto: l’influenza dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale" per studiare i meccanismi psicologici che si innescano in tema di genere e rilevare l’esistenza di stereotipi, per esempio, connessi alla relazione tra generi maschile/femminile e lavori maschili/femminili.

La Commissione ha assegnato due menzioni di merito che sono andate ad Alice Anna Prati, laureata in Beni Artistici e dello Spettacolo presso l’Università degli studi di Parma con una tesi su "Androcentrismo. L’esclusione della donna dagli studi antropologici” e Beatrice Mori, laureata in Scienze Umane presso la Scuola Superiore Universitaria di Pavia – IUSS con una tesi su "Leggere il Corano da una prospettiva di genere: teoria e prassi".

I premi sono stati consegnati dal Presidente Pavesi nell’ambito di una conviviale che si è svolta presso la sede del club alla Cascina Scottina anche alla presenza di Claudia Ferrari, Sindaca di Sarmato e Consigliera delegata alle Pari Opportunità della Provincia di Piacenza

La serata è stata anche caratterizzata dal saluto al Club di Viveka Haikkinen, studentessa finlandese che ha vissuto nove mesi in Italia nell’ambito di uno scambio scolastico che le ha permesso di frequentare un liceo cremonese ospite di una famiglia legata al Club. La studentessa, giunta alla fine del suo percorso, ha ricordato in un perfetto italiano i principali passaggi di una esperienza fantastica vissuta in Italia in questi mesi. Il presidente Pavesi ha concluso dando appuntamento ai soci allo scambio con il Rotary Club di Marignane di fine maggio che vedrà i club incontrarsi ad Aix en Provence per tre giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il premio di laurea “Solari” a chi ha promosso studi sulle questioni di genere

IlPiacenza è in caricamento