FiorenzuolaToday

Il primo flash mob del Teatro Verdi di Fiorenzuola ha aperto la serata "Musica in famiglia 4"

I primi in scena con un Medley dei Queen, gli Steams, una band che ha accompagnato dal vivo una parte degli artisti che si sono esibiti

Il pubblico in sale e sul palco le presentatrici, Federica Bussandri e Ines Passera (foto Gianfranco Negri)

"Musica in famiglia" quest'anno ha portato qualche novità, a partire dal  primo flash mob del Teatro Verdi di Fiorenzuola sulle note di Volare, ideato e organizzato da Anna Maria Russo.

Poi si è entrati nel vivo dello spettacolo. In scena, con un Medley dei Queen, gli Steams, una band che ha accompagnato dal vivo una parte degli artisti che si sono esibiti. I componenti si sono ritrovati qualche anno fa e da allora non hanno più smesso di condividere la loro passione per la musica. Suonano cover band nei locali piacentini e della provincia e da diversi anni  promuovono uno spettacolo in beneficenza al President di Piacenza.

Accompagnato da loro, Daniele Dalla mora, un cantante che canta per passione, che ha portato Io vagabondo dei Nomadi.

Proveniente dalla Scuola di Musica Mangia, dove studia canto da due anni, la giovane Elisa Visigalli di 16 anni. Il pubblico l’ha vista esibirsi con When you told me you loved me di Jessica Simpson.

Ottima performance per Francesco Zito, salito sul palco con Indietro di Tiziano Ferro.

E’ la volta di Caterina Pennazzato: conosciuta per aver partecipato quest’estate all’Italian Music Festival di Roma eccola al Verdi con Someone like you di Adele, accompagnata al pianoforte da Andrea Fiordaliso.

Si va avanti con Francesco di Gianni, arrivato terzo in semifinale a castrocaro, cantante di un gruppo rock anni 70, corista e solista del Placentia e dell’Italian Gospel Choir, ha cantato The show must go on.

Torniamo con le canzoni di Adele, Ill be waiting, interpretata da Benedetta Scandale.

Si cambia genere con Santiago: i tanghi, ricchi di sentimento e nostalgia, poi due cugine Anna Fossati e Sara Marchettini, legate da un grande affetto e passione per la musica. Hanno proposto un brano che e’ la prima canzone che hanno cantato insieme: La canzone del sole di Lucio Battisti.

Accompagnato dalla band, Cesare Croci, ha presentato Hold on di Ian Gomm.

Si passa ad un altro gruppo, questa volta rap, i 7PercentoCrew. Con il primo pezzo hanno superato le 12mila visualizzazioni su YouTube ed alla loro prima apparizione sul palco del Politeama hanno vinto la serata del Piacenza Music Awards 2014.

Dalla Scuola Amadeus arriva Mattia Cipullo che, con la musica al pianoforte di Anna Maria Russo, ha interpretato Generale di Francesco de Gregori.

Il primo tempo finisce con Davide Dabusti e Giulia Guardiani, compagni sul palco e nella vita, in scena con Turn turn dei Byrds; e con i ragazzi della Casa Famiglia che sono saliti sul palco con una loro interpretazione del Gatto e la Volpe, riadattato per trasmettere il significato dell’accoglienza. La voce l’ha messa Don Adamo Affri, cappellano della casa gestita da Enzo Zerbini e Orietta Fummi.

Si riparte, secondo tempo. Il sipario si apre ed ecco il Coro Vallongina, diretto da Don Roberto Scotti, sul palco con tre famosi brani, accompagnati da un gruppo di orchestrali.

Poi Martina Zoppi con Demons degli Imagine Dragons e subito dopo, la piccola Lisa Piccioni, ormai veterana sul palco del Verdi per Musica in Famiglia.

Con Rollin in the deep di Adele ecco Gloria Mancarella, seguita da Elvis Mancin che, accompagnato al pianoforte da Paolo Marzaroli ha presentato Spazi illimiti di Morgan.

Ora Anna Manisi con Ciao di Alessandra Amoroso.

Dopo di lei ecco Gli amici di Anna, un gruppo di bambini pieni di entusiasmo, e di tutte le eta’, un gruppo travolgente e che ha contagia con la gioia.

Altro gruppo, sono i Follow Up, con I’m from the country di Tracy Byrd.

Spazio a Don Adamo: il pubblico lo ha visto esibirsi in La vita è adesso di Baglioni, in cui si è potuto ammirare tutta la sua passione per il canto.

Arriva Chiara Nani con Eppure Sentire di Elisa, dedicata alla sua mamma e ad Enzo ed Orietta, che con il loro sentire e credere hanno dato vita a bellissime famiglie.

E’ ora il momento di un giovane artista pieno di talento, Joe Croci, che ha poi lasciato spazio a Gloria Enchilli con Proude Mary di Tina Turner.

Chiudono Benedetta Scandale e Francesco di Gianni, che hanno regalato grandi emozioni sulle note di All of me di John Legend.

Obbligo per salutare il pubblico e darsi appuntamento per il prossimo anno, l’ingresso sul palco di tutti gli artisti. Insieme hanno voluto dire che già in molti “danno una mano” alla Casa Famiglia, ma si può dare di più, con l’omonima canzone di Umberto Tozzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una serata davvero ricca di emozioni e di talenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento