menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nell'immagine tratta dal web, Giulio Casale e Andrea Scanzi

Nell'immagine tratta dal web, Giulio Casale e Andrea Scanzi

“Il sogno di un’Italia”: Giulio Casale e Andrea Scanzi in scena al Verdi

Sabato 23 gennaio, il teatro Verdi di Fiorenzuola ospiterà uno spettacolo dedicato a chi ha vissuto i decenni 1984-2004, ma rivolto anche a coloro che oggi hanno 20-30 anni e si battono per un paese migliore. Ispirato al libro di Scanzi “Non è tempo per noi”, “Il sogno di un’Italia” racconta vent’anni con spirito critico, conservando però il desiderio di una vera e definitiva ripartenza.

Prosegue sabato 23 gennaio la stagione di prosa del teatro Verdi di Fiorenzuola, con lo spettacolo “Il sogno di un’Italia”, il ritratto di un paese attraverso storie, istantanee e canzoni (da Bennato agli U2, da Gaber a Jeff Buckley, da De Gregori a Eddie Vedder).

Com’è stato possibile sopportare vent’anni Berlusconi? Come siamo arrivati a Renzi? Perché in Italia la norma è eccezione e l’anomalia immorale è spesso regola? E’ quello che si chiederanno sul palco del teatro di Fiorenzuola Giulio Casale e Andrea Scanzi che, dopo il successo de “Le cattive strade”, di cui viene sostanzialmente riproposto lo schema, tornano in scena con uno spettacolo ancora più personale e attuale di Teatro Canzone.

Dalla morte di Enrico Berlinguer all’ultima fuga di Marco Pantani. Dall’edonismo degli Ottanta al sangue del G8 di Genova. 1984-2004: due decenni che potevano cambiare l’Italia e non l’hanno cambiata. O forse l’hanno addirittura peggiorata. Restaurando e non rinnovando, come tanti piccoli gattopardi 2.0. Sul palco sfilano miti e maestri, figure indelebili ed eroi quasi loro malgrado.

Uno spettacolo dedicato a chi quegli anni li ha vissuti, ma rivolto anche a coloro che oggi hanno 20-30 anni e si battono per un paese migliore. Ispirato al libro di Scanzi “Non è tempo per noi”, “Il sogno di un’Italia” racconta vent’anni con spirito critico, conservando però il desiderio di una vera e definitiva ripartenza.

Per informazioni, prenotazioni e l’acquisto dei biglietti è possibile contattare l’Ufficio del Teatro “Inform’Arti” – Via Liberazione – 29017 Fiorenzuola d’Arda (Pc), Tel 0523/985253 – 989250 (dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 12.30 e nei giorni di spettacolo dalle 19.30).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento