FiorenzuolaToday

Impianto fotovoltaico a Cadeo, Tagliaferri: «La Regione chiarisca dubbi e incongruenze»

Sul tema del nuovo parco fotovoltaico nell’area di proprietà dell’Opera Pia Alberoni nel Comune di Cadeo interviene il Consigliere Regionale di Fratelli d’Italia Giancarlo Tagliaferri

Sul tema del nuovo parco fotovoltaico nell’area di proprietà dell’Opera Pia Alberoni nel Comune di Cadeo interviene il Consigliere Regionale di Fratelli d’Italia Giancarlo Tagliaferri. «Personalmente non sono contrario ad investimenti in energie rinnovabili, ma questo progetto presenta alcuni dubbi e incongruenze che la Regione deve chiarire, sia dal punto di vista amministrativo che di opportunità ambientale» – afferma Tagliaferri.

«Per la realizzazione di questi due impianti – continua – la Regione ha recepito una relazione istruttoria presentata da ARPAE ed ha escluso l’assoggettabilità del progetto alla procedura di VIA (Valutazione Impatto Ambientale). Tuttavia, occorre ricordare che nel 2011 per il progetto dell’impianto fotovoltaico Green Park a Roveleto, per altro mai concluso, l’allora ente competente, ossia la Provincia di Piacenza, aveva avviato la suddetta procedura e ne aveva deliberato l’esito positivo. Pertanto, mi chiedo cosa abbia spinto ARPAE ad escludere l’assoggettabilità di questi due nuovi impianti alla medesima procedura e per quale motivo la Regione si sia limitata a recepire una relazione istruttoria senza porsi questo interrogativo».

Il Consigliere Regionale sottolinea anche come la realizzazione di questo parco fotovoltaico comprometta definitivamente l’utilizzo agricolo di ben 13 ettari di terreno. «Come si concilia questo aspetto con la tanto decantata «Svolta Green» della Regione Emilia-Romagna? Che senso ha piantare 4 milioni e mezzo di piante in tutta la regione se poi si gioca con le procedure amministrative per agevolare un progetto che comporta un simile consumo di suolo? Non è forse meglio agevolare la realizzazione di impianti fotovoltaici sui tetti dei tanti capannoni sfitti, delle cascine agricole e degli edifici pubblici? La Regione chiarisca subito queste incongruenze» – conclude Tagliaferri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento