rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Viale Roma

Entra in funzione la risonanza magnetica dell'ospedale: «Investimento di oltre un milione di euro»

Installata durante l’estate, ha preso a funzionare da settembre. Dalle prossime settimane è previsto l’avvio a pieno regime, per arrivare ad effettuare circa 3mila risonanze magnetiche all'anno

Nuova risonanza magnetica nell’ospedale di Fiorenzuola. Si tratta di un apparecchio che va a completare il reparto di radiologia del nosocomio della Valdarda ed è quello più all’avanguardia tra tutti quelli in dotazione all’Azienda Sanitaria Locale di Piacenza. Le sale dedicate alla RMN (Risonanza Magnetica Nucleare) ospitate nei sotterranei del blocco A, sono state presentate alla stampa l’11 ottobre, alla presenza del direttore generale di Asl, Luca Baldino, del sindaco Romeo Gandolfi (con lui la vice Paola Pizzelli), dal dottor Egidio Carella primario del reparto di radiologia, dalla presidente della Conferenza dei sindaci, Patrizia Calza.

La risonanza magnetica è stata installata durante l’estate e ha preso a funzionare da settembre, dopo la fase autorizzativa e di collaudo e dopo quella di perfezionamento della formazione del personale tecnico. Dalle prossime settimane è previsto l’avvio a pieno regime, per arrivare ad effettuare 12 esami diagnostici al giorno. Il volume di attività annuo stimato è di circa 3mila risonanze magnetiche.

«L’apparecchiatura è stata acquistata nell’ambito di una convenzione tra Asl e l’Agenzia regionale Intercenter – ha spiegato Baldino -: lo strumento è costato poco meno di 900mila euro, ai quali si aggiungono le spese per la sistemazione dei locali e degli impianti, tra cui la realizzazione di una gabbia a radiofrequenza, per ulteriori 203mila euro. Complessivamente la nuova risonanza di Fiorenzuola è costata quindi 1milione e cento mila euro». Il direttore generale di Ausl ha poi annunciato che sono arrivati le analisi degli ultimi carotaggi effettuati: i terreni non risultano essere più contaminati e si procederà con l'escavazione della restante porzione di terreno per poi dare inizio alle fondamenta.

Soddisfatto il primo cittadino di Fiorenzuola: «Guardiamo al futuro: con oggi abbiamo la consapevolezza che sono stati effettuati investimenti per far sì che l’ospedale di Fiorenzuola possa diventare un polo di eccellenza, ancor più di quanto è stato perso». Per Patrizia Calza, quello inaugurato «è uno strumento di cura e prevenzione che consentirà una notevole riduzione dei tempi nelle liste di attesa». «I sindaci che siedono in Conferenza - ha proseguito - si sono impegnati affinché il Piano di riorganizzazione sanitaria della nostra provincia risponda appieno ai bisogni che con il tempo vengono avanti. Il nostro organo funge da pungolo nei confronti dell’Azienda e della Regione, in modo tale che gli investimenti vadano avanti: questo agevolerà i medici e tutti gli operatori che si troveranno così a operare nelle migliori condizioni».

È stato il primario del reparto di radiologia a fornire i dati tecnici della risonanza: «È una macchina che coniuga una buona affidabilità diagnostica con chiarezza digitale e velocità. L’ampio tunnel di ingresso contribuisce a ridurre il senso di claustrofobia che può colpire alcuni pazienti. Inoltre, l’anello luminoso sulla parte frontale del magnete e l’illuminazione regolabile, contribuiscono alla sensazione di spaziosità del sistema. I nostri operatori da oggi riusciranno ad eseguire una vasta gamma di valutazioni: dagli studi di routine fino alle applicazioni emergenti. Gli strumenti di esplorazione e le soluzioni diagnostiche avanzate potenziano le funzionalità dell’imaging seguendo le principali tendenze del settore sanitario, in campi quali a neurologia, l’oncologia e la radiologia».

La nuova risonanza magnetica dell'ospedale di Fiorenzuola - ilPiacenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra in funzione la risonanza magnetica dell'ospedale: «Investimento di oltre un milione di euro»

IlPiacenza è in caricamento