menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(repertorio)

(repertorio)

Incenerimento rifiuti, i Comitati Valdarda e Legambiente aderiscono alla richiesta di abrogazione del decreto Clini

Lettera aperta al Ministero dell'Ambiente per richiedere l'abrogazione del decreto che autorizza i cementifici a bruciare rifiuti indifferenziati e plastiche

Incenerimento rifiuti, i Comitati della Valdarda e il circolo Legambiente di Piacenza aderiscono alla richiesta di abrogazione del decreto Clini. Una richiesta avanzata in una lettera aperta inviata al Ministero dell'Ambiente e firmata da 60 tra associazioni, gruppi e comitati di tutta Italia. Associazioni da quattordici Regioni d'Italia che chiedono di abrogare il Decreto del Ministero dell'Ambiente n° 22 del 14 febbraio 2013 (cosiddetto “Decreto Clini”), e di scongiurare l’approvazione di qualunque altro provvedimento inteso a incentivare l’incenerimento e il coincenerimento di rifiuti e loro derivati. Decreto che, sottolineano i promotori, autorizza i cementifici a bruciare rifiuti indifferenziati e plastiche sotto il nome, meramente burocratico, di Combustibili Solidi Secondati (CSS). «Abolire quel Decreto Ministeriale vecchio e dannoso  - si legge nella lettera - significa ripristinare nel nostro quadro legislativo e civile la giusta e fondamentale valenza del principio di Prevenzione e Precauzione in materia ambientale, a piena difesa e tutela dei Territori e del fondamentale diritto alla Salute dei Cittadini»


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    «Siamo vaccinati, ora vogliamo riprendere le terapie in acqua»

  • Cronaca

    Ponte Lenzino, è il giorno della manifestazione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento