rotate-mobile
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Località San Protaso

Incidente di San Protaso, i residenti: «Troppi morti e feriti su questa strada, siamo stanchi»

L'Amministrazione si impegna ad attivarsi per richiedere l'intervento della Provincia. I cittadini: «Ormai non si contano neanche più sulle dita delle mani i morti e i feriti che si sono susseguiti nel corso degli anni»

Si dicono «stanchi» i residenti di San Protaso, frazione di Fiorenzuola, dopo l’ennesimo incidente avvenuto nel tardo pomeriggio del 2 luglio sulla provinciale che porta a Carpaneto, e che ha fatto registrare tre feriti. Subito dopo il sinistro, avvenuto all’incrocio regolato da impianto semaforico alle porte del centro abitato, si sono radunati alcuni cittadini per lamentare la situazione che hanno «fatto presente più volte all’Amministrazione», ovvero l’elevata velocità. «Ci sentiamo abbandonati» dicono.

Schianto all'incrocio a San Protaso, tre feriti gravi - Trespidi/ilPiacenza

Nonostante ci siano due semafori che regolano la viabilità, di cui uno che dovrebbe essere da deterrente alla forte velocità con la fotocellula che fa scattare il rosso al superamento dei 50 chilometri orari, «gli automobilisti se ne fregano e tirano dritto a tutto gas in centro paese, spesso transitando quando il semaforo indica loro lo stop» - è stato uno dei commenti che abbiamo raccolto dai residenti sul luogo dell’incidente. E ancora: «Non ne possiamo più. Ormai non si contano neanche sulle dita delle mani i morti e i feriti che si sono susseguiti nel corso degli anni a causa della pericolosità di questo rettilineo che incentiva ad accelerare. Ciò accade soprattutto quando uno dei due semafori presenti in paese non funziona, come in questo caso». Qualcuno ha inoltre segnalato la scarsa visibilità dell’attraversamento pedonale vicino all’incrocio, dove si trova anche un bar: «Cosa vogliamo aspettare? Che qualcuno venga investito da un’auto o da un mezzo pesante (parecchi i trattori e i camion che percorrono la provinciale ogni giorno nda) mentre esce dal locale?».

Appena dopo il grave incidente sono giunti sul posto l’assessore all’Urbanistica Franco Brauner e la vicesindaco Paola Pizzelli, che ha spiegato: «Come Amministrazione ci impegneremo a fare richiesta agli uffici della Provincia di Piacenza per valutare la possibile realizzazione di una rotatoria (lo spazio è stretto ma potremmo allargarci sui terreni adiacenti l’incrocio) oppure l’installazione di una telecamera che possa registrare le targhe dei veicoli al verificarsi dell’infrazione al Codice della strada, il passaggio con il rosso del semaforo. Un'altra proposta potrebbe essere lo spostamento del semaforo, più a ridosso dell'incrocio».

san protaso-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente di San Protaso, i residenti: «Troppi morti e feriti su questa strada, siamo stanchi»

IlPiacenza è in caricamento