rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Viale della Vittoria

Incontro tra pendolari e sottosegretario ai Trasporti: «Chiederemo alla Regione di rivedere i contratti»

I pendolari della Valdarda hanno incontrato il sottosegretario ai Trasporti Roberto Traversi e il parlamentare Davide Zanichelli (con loro anche i candidati alle Regionali di M5s), per illustrare le problematiche che ogni giorno si trovano ad affrontare

I pendolari della Valdarda si sono appellati al sottosegretario per le Infrastrutture e i Trasporti, Roberto Traversi, per cercare di ottenere risposte alle problematiche che ogni giorno si trovano a riscontrare sui treni. Ma Traversi dice: «Le tratte e gli orari sono di competenza delle Regioni. Noi come ministero possiamo stimolare le Giunte regionali chiedendo che vengano implementati i servizi stabiliti da contratti e quindi vincolati da tempistiche e varie clausole tra le parti (Regione Trenitalia, nda)».

Treno Treni Rock Stazione Fiorenzuola notte-2Insieme ai pendolari qualche sera fa si sono riuniti in stazione a Fiorenzuola i rappresentanti locali dei Movimento 5 Stelle e i candidati pentastellati alla carica di Consigliere regionale alle elezioni del 26 gennaio. Con loro anche il parlamentare Davide Zanichelli. Tra i problemi segnalati al sottosegretario quello dell’aggiunta di treni Fracciabianca e Frecciargento che «intasano la linea senza portando alcun beneficio a Fiorenzuola e creano ritardi per i treni regionali»; e quello del «sovraffollamento dei treni: si viaggia in condizioni incivili e non sicure» - spiegano. E ancora: «I nuovi treni Rock sono stati annunciati con connessione Wifi, in realtà sembrano addirittura schermati, non si riesce ad vere un collegamento con la rete 4G». Infine il problema della biglietteria, con la cui chiusura «rischiamo sempre più il Biglietteria stazione Fiorenzuola-2declassamento della stazione e, di conseguenza, lo spezzettamento della tratta con cambi a Piacenza. Prova ne è stata ad esempio, nella fascia serale, l’anticipazione di tre minuti della partenza da Piacenza dei regionali 2889 e 2929, che senza alcun preavviso né motivazione ha cancellato la pur “ardua” correlazione con treni in arrivo da Milano alle 19.51 e 20.51 (correlazione tra 20427 e 2889 e tra il 20435 e 2929). L’abuso incontrastato di queste pratiche di Trenitalia renderebbe necessario recarsi a Piacenza in auto con maggior inquinamento e costi per i pendolari della Valdarda».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incontro tra pendolari e sottosegretario ai Trasporti: «Chiederemo alla Regione di rivedere i contratti»

IlPiacenza è in caricamento