rotate-mobile
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Via Boiardi

Iren, 30mila euro all'Istituto Mattei per un progetto di riutilizzo dei rifiuti elettronici

Il progetto premiato nella seconda edizione di “ambientAzioni”, il bando promosso per realizzare progetti per la sostenibilità ambientale e sociale del territorio

Il Comitato Territoriale Iren di Piacenza ha presentato oggi, presso il Teatro Municipale, i risultati della seconda edizione di “ambientAzioni”: il bando promosso per realizzare progetti per la sostenibilità ambientale e sociale del territorio.

Ad illustrare i progetti selezionati la giuria, che esaminato le 19 proposte progettuali – in crescita rispetto allo scorso anno – presentate da cittadini e studenti della provincia di Piacenza, composta dal presidente del Comitato Territoriale Iren di Piacenza Mauro Balordi, dal Direttore Corporate Social Responsibility e Comitati Territoriali Iren Selina Xerra e da 2 membri del Comitato Territoriale: Edmundo Ioannilli e Daniele Bosoni.

“Studia, smonta, aggiusta, ricicla, differenzia” è il titolo del progetto, presentato da Stefano Costi, che sarà realizzato grazie al contributo di 30.000 euro messo in palio. Il progetto unisce due ambiti di intervento proposti dal bando: la sensibilizzazione ed educazione al risparmio delle risorse e il miglioramento di performance ambientali in piccole comunità. La proposta di realizzare un centro di assistenza per la riparazione di piccoli apparati elettrico-elettronici presso l’Istituto scolastico Mattei di Fiorenzuola, coniuga la logica del riutilizzo di beni, che vengono sottratti al circuito dei rifiuti, con la dimensione sociale dell’alternanza scuola/lavoro. Alla valenza socio-ambientale, si aggiungono le caratteristiche innovative della proposta e la sua replicabilità.

Gli altri due progetti selezionati, a cui è stata corrisposta a titolo di rimborso spese la somma di 2.000 ciascuno, sono: “Scrivi… amo” in cortile” di Mary Rapaccioli, un progetto che coniuga i valori della sostenibilità ambientale con i valori civici, dando vita a un percorso sviluppato con originalità e con una semplicità che lo rende altamente replicabile. Il progetto ha una connotazione che promuove la cittadinanza attiva, rendendo gli studenti attori della stesura di un “PATTO per il rispetto dell’ambiente” da vivere e divulgare negli ambienti di vita quotidiani.; “Ottimizzazione e Diffusione della tecnologia Termocompost” di Paolo Zampieri. Il progetto si concentra sull’analisi e l’ottimizzazione di una tecnologia open source per lo sviluppo di un protocollo operativo di semplice attuazione per il recupero energetico da rifiuti, ad uso di piccole comunità/imprese. Da sottolineare la valenza del progetto nell’ambito della ricerca per la riduzione degli impatti ambientali e della trasferibilità su larga scala.

I parametri presi in considerazione per valutare gli elaborati progettuali sono stati l’innovatività della proposta, la dimostrazione effettiva dei benefici economici e/o sociali per la collettività, la replicabilità in altri contesti, il costo complessivo di realizzazione (inferiore o pari a 30.000 euro) e il rapporto costi/benefici. Il Presidente del Comitato Territoriale Iren di Piacenza, Mauro Balordi, ha espresso soddisfazione per i risultati del bando ambientAzioni che ha ottenuto una partecipazione ancor più ampia risetto alla prima edizione, mettendo a disposizione una ricchezza di idee progettuali per lo sviluppo sostenibile del nostro territorio.

ambientazioni-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iren, 30mila euro all'Istituto Mattei per un progetto di riutilizzo dei rifiuti elettronici

IlPiacenza è in caricamento