FiorenzuolaToday

«L’attuale amministrazione a Lugagnano non rispecchia la volontà di schieramento politico degli elettori»

L'ex candidato sindaco Andrea Bonfanti: «Farò un’opposizione pressante e attenta: considero questa posizione un nuovo punto di partenza»

Andrea Bonfanti

«L’attuale amministrazione a Lugagnano non rispecchia la volontà di schieramento politico degli elettori. I due terzi sono infatti orientati nel centro-destra. La vittoria della lista Vincini deve essere senza soddisfazione perché, come confermano i dati, il 66 per cento dei voti è andato in direzione opposta. Lugagnano quindi non appartiene al centro-sinistra». Lo afferma l’ex candidato sindaco di Lugagnano Andrea Bonfanti, all’indomani del risultato delle elezioni Amministrative nel suo Comune.

«Ancora più rammarico – prosegue in una nota - lo si prova nello scoprire la causa della caduta della mia parte politica. Fino a due giorni prima della presentazione delle liste, l’ex-sindaco Papamarenghi ha tergiversato su chi dovesse essere il leader e ha successivamente disatteso accordi quasi raggiunti in precedenza. Queste perdite di tempo e le prese in giro più o meno celate, hanno quindi portato all’inevitabile spaccatura della quale oggi tutti noi paghiamo le conseguenze. Si è anteposta la propria visibilità e l’egocentrismo a discapito del bene del paese e dei partiti che da sempre sono presenti sul territorio. Anche la campagna elettorale è stata concentrata sulla denigrazione della mia lista e della mia persona, una perdita di stile che francamente non mi sarei mai aspettato da ex-colleghi. Sono convinto che se un ex-sindaco avesse tenuto davvero al suo paese non avrebbe permesso accadesse un simile scenario».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi guarda al presente e al futuro: «Ora abbiamo fatto tutti un passo indietro nel tempo, siamo tornati ad un’idea di vecchia politica che sicuramente rallenterà la crescita di Lugagnano. Ciò che io posso fare a tutela della maggioranza di elettori, che è di centro-destra, è di vigilare sull’operato della nuova amministrazione. Farò un’opposizione pressante e attenta: considero questa posizione un nuovo punto di partenza. Nel prossimo futuro mi impegnerò anche a portare a Lugagnano la sede di  una rappresentanza Lega, partito al quale mi sento più vicino, nella quale tutti i cittadini sostenitori potranno riconoscersi. Io e la mia squadra non molliamo perché sentiamo il dovere di rappresentare la novità e la freschezza che verranno meno nei prossimi cinque anni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento