menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cantiere dell'ospedale di Fiorenzuola.

Il cantiere dell'ospedale di Fiorenzuola.

«La "nebbia" di via Roma». Cittadini e dipendenti Ausl: «Non siamo tutelati»

Sono le segnalazioni di alcuni residenti della zona dell'ospedale di Fiorenzuola, che lamentano l'eccesso di polvere nei giorni della demolizione del Blocco B del nosocomio della Val d'Arda

«Quest'estate sembrava di avere la nebbia in via Roma. Ora la situazione è un po' migliorata, ma respiriamo comunque molta polvere». Sono le segnalazioni di alcuni residenti della zona dell'ospedale di Fiorenzuola, che lamentano l'eccesso di polvere nei giorni della demolizione del Blocco B del nosocomio della Val d'Arda.

IMG-20150923-WA0000-2«Quello che respiriamo ora lo mangiamo anche» dice Paola Pizzelli dipendente Ausl, che nei giorni scorsi ha scattato una fotografia nei corridoi della mensa dei dipendenti. Risultato: pavimenti, muri “dipinti” di bianco.

Nel cantiere hanno anche predisposto alcuni teli neri e un macchinario dal quale fuoriesce aria ad alta pressione che, durate il crollo delle macerie, dovrebbero evitare il propagarsi delle polveri.

«Questo però non accade» commenta ancora Pizzelli che chiude: «Non siamo mai tutelati».

  IMG-20150918-WA0000-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento