FiorenzuolaToday

«Lavori sugli argini di Arda e Chiavenna»: in consiglio passa l'Ordine del Giorno della Lega Nord

I torrenti Arda e Chiavenna hanno trovato spazio tra le diverse questioni trattate nel consiglio comunale di martedì 29 marzo. «L'esondazione della notte del 29 febbraio ha dimostrato concretamente il rischio a cui è stata esposta la cittadinanza nella frazione di San Protaso»

Repertorio

I torrenti Arda e Chiavenna hanno trovato spazio tra le diverse questioni trattate nel consiglio comunale di martedì 29 marzo. La consigliera di Lega Nord, Annalisa Guglielmetti, ha presentato un Ordine del Giorno riguardante lo stato di manutenzione dell’Arda e del Chiavenna.

«L’esondazione della notte del 29 febbraio – ha spiegato - ha dimostrato concretamente il rischio a cui è stata esposta la cittadinanza nella frazione di San Protaso, il sindaco ha avuto modo di verificare di persona la pericolosità della piena del torrente, per il ponte sulla provinciale e la portata dell’esondazione».

La Guglielmetti, tramite documentazione acquisita in Comune, ovvero la corrispondenza del 17 febbraio 20166 tra l’Amministrazione e il Consorzio di Bonifica di Piacenza con la quale si segnalava la situazione degli argini, ha fatto notare che «fino ad oggi non è stato ottenuto alcun intervento di manutenzione».

«I cittadini sono a conoscenza delle responsabilità attribuite all’Amministrazione, alla Prefettura e al servizio tecnico dei bacini degli affluenti consiglio fiorenzuola 29 03 2016-3del Po, nonché del Consorzio di Bonifica – spiega ancora la consigliera di Lega Nord -. Ma sono anche a conoscenza delle criticità che comporterebbero le attività di manutenzione».

In consiglio è stato quindi suggerito di intervenire sulla cassa di espansione naturale del corsi d’acqua, valutando l’opportunità di procedere alla realizzazione in misura artificiale; di procedere con una manutenzione periodica e costante, volta a contenere le piene e le esondazioni; di mettere in sicurezza gli argini e ripristinarli se danneggiati.

Oltre a questi punti messi al voto, è stato chiesto al consiglio comunale di esprimersi anche «sulla verifica dei terreni demaniali utilizzati a scopo agricolo e che potrebbero essere impiegati per rinforzare gli argini».

Al momento della votazione, il consiglio si è espresso a favore, approvando all’unanimità l’Ordine del Giorno.

«Il compito dell’Amministrazione – hanno spiegato il sindaco Giovanni Compiani e l’assessore all’Ambiente Sara Felloni – è quello di incentivare gli enti preposti ad intervenire sul nostro territorio. Lo abbiamo già fatto, in alcuni casi senza ricevere risposte, ora ci impegneremo maggiormente per ricevere una maggiore attenzione e quindi interventi di manutenzione sugli argini di Arda e Chiavenna».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento