menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

Le ruba la pensione nel giorno del suo compleanno: i carabinieri lo arrestano in meno di un'ora

Le ha rubato la pensione nel giorno del suo compleanno ma meno di un'ora dopo i carabinieri lo hanno arrestato. E' successo a San Protaso di Fiorenzuola. In manette un nomade italiano di 42 anni che aveva sottratto 1400 euro a una donna di 66 anni

Le ha rubato la pensione nel giorno del suo compleanno ma meno di un'ora dopo i carabinieri lo hanno arrestato. E' successo a San Protaso di Fiorenzuola. Un nomade italiano di Saliceto di 42 anni è finito in manette per furto aggravato e, processato per direttissima, ha patteggiato la pena ed è stato condannato dal giudice Italo Ghitti a un anno 2 due mesi agli arresti domiciliari. L'uomo era difeso dall'avvocato Antonino Rossi del foro di Piacenza. In aula anche il pm Paolo Maini. Nella mattina del 12 novembre l'uomo, con diversi precedenti penali alle spalle, stava tenendo d'occhio una pensionata di 66 anni che abita da sola in una villetta isolata, ha aspettato che portasse fuori la spazzatura e si è intrufolato in casa. Una volta dentro si è diretto in camera da letto dove ha trovato in un cassetto 1400 euro, la pensione della donna.

Arraffato il ricco bottino è scappato velocemente a bordo di una Lancia Ypsilon. La vittima ha fatto solo in tempo a vederlo scappare. Immediatamente ha chiamato il 112, ai carabinieri ha fornito una descrizione del ladro e militari hanno capito in pochi minuti di chi si potesse trattare. Nei giorni precedenti al furto l'auto descritta dalla donna era stata vista aggirasi con fare sospetto vicino ad alcune abitazioni. In meno di un'ora i militari del radiomobile e del nucleo operativo della compagnia di Fiorenzuola hanno rintracciato il 42enne nel campo nomadi di Saliceto proprio mentre stava per uscire a bordo di un'altra vettura. In auto con lui la nipote alla quale sono stati trovati addosso 450 euro e nella roulotte dello zio sono stati trovati ben nascosti nel materasso 950 euro. La pensione quindi recuperata per intero è stata riconsegnata alla 66enne, l'uomo invece, dopo essere stato riconosciuto dalla donna, è stato arrestato e sarà processato per direttissima. «Sospettiamo che abbia compiuto altri colpi con questa modalità. Chiunque lo riconosca può chiamare il 112 e denunciare i furti subìti. Quando siete vittime di queste odiose situazioni chiamate immediatamente le forze dell'ordine. Aiutateci ad aiutarvi» afferma il maggiore Emanuele Leuzzi. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento