FiorenzuolaToday

Alla Barabasca la logistica di surgelati "New Cold", fabbricato alto 40 metri: minoranza contraria

Il sindaco ha risposto all'interrogazione di Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola) e Rossini (M5s). Intanto il Comune di Fiorenzuola ha indetto per venerdì 16 ottobre la Conferenza dei servizi

Il rendering della nuova area logistica alla Barabasca di Fiorenzuola

Sarà il colosso olandese “New Cold” ad insediarsi in uno dei capannoni della nuova piattaforma logistica da 150mila metri quadri che troverà spazio in un’area acquistata nel 2019 alla Barabasca dalla “2K Engineering” per più di due milioni di euro. Ne ha dato conferma il sindaco Romeo Gandolfi, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, sollecitato dalle domande della consigliera Elena Rossini (M5s), firmataria di un’interrogazione insieme al collega di opposizione Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola). Due i fabbricati che troveranno spazio all’uscita di Fiorenzuola, in direzione Cortemaggiore, nei terreni sul lato est della Provinciale: uno da 24mila e ottocento metri quadri e alto circa 41 metri, l’altro da 26mila metri quadri e alto tra i 16 e i 18 metri. Il primo, che occuperà la parte sud del lotto, sarà quello della “NewCold” adibito allo stoccaggio di merci refrigerate e che raggiungerà temperature al di sotto di venti gradi. «Si tratta di una logistica alimentare e al suo interno verranno eseguite operazioni di packaging, imballaggio, selezione delle merci, movimentazione ed etichettamento. I prodotti stoccati saranno quelli congelati: verdure, pesce, piatti pronti e gelati» - ha spiegato Gandolfi.

Rossini e Mainardi nell’interrogazione hanno chiesto «quali rapporti sono stati tenuti dall’Amministrazione con le ditte che intendono insediarsi» e delucidazioni in tema occupazionale. «L’Amministrazione ha avuto contatti solo con i progettisti (“2K Engineering”, nda) che ha fatto un’opera di intermediazione per portarci a conoscere le esigenze dell’impresa e di conseguenza le proposte progettuali», ha risposto il sindaco spiegando che «al momento non si conosce ancora la potenziale ditta che si insedierà nel secondo magazzino». Quest’ultimo sarà adibito ad un tipo di logistica più tradizionale, con stoccaggio di merci in locali a temperatura ambiente e costituito dal deposito dotato di venticinque baie di cario e scarico e da una palazzina uffici su due piani.

Per quanto riguarda le assunzioni previste con l’insediamento dell’azienda olandese, si prevedono inizialmente «venti unità in ufficio e trenta fisse in magazzino – ha illustrato sempre il sindaco. Nei periodi di picco stagionale si avrà l’impiego da venti a centocinquanta unità, tramite l’appalto a cooperative. In una seconda fase di ampliamento i dipendenti potrebbero raddoppiare: quaranta in ufficio e sessanta in magazzino».

Barabasca-4Secondo Rossini «il rapporto con le ditte è fondamentale in quanto gli interventi che si intendono realizzare avranno un notevole impatto sul territorio e permetterebbe di valutare da zero il migliore indirizzo di intervento». Partendo dalla premessa che «non è ancora nota la ditta che si insedierà nel secondo magazzino, la consigliera ha puntato il dito sull’altezza prevista del magazzino: «Il Regolamento urbanistico edilizio prevede fabbricati di massimo quindici metri. Perché permettere di realizzare un capannone di dimensioni maggiorate a livello di altezze (quarantuno metri, nda) quando la ditta, se ha bisogno di più spazio, avrebbe potuto utilizzare l’intera estensione dell’area?». E sulle perplessità in tema occupazionale ha detto Rossini: «Si spera nel maggior numero possibile di contratti di lavoro e che non si faccia affidamento ad esternalizzazioni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VENERDÌ 16 OTTOBRE CONFERENZA DEI SERVIZI – Intanto il Comune di Fiorenzuola ha indetto per venerdì 16 ottobre la Conferenza dei servizi per l’approvazione del progetto di attuazione dell’Ambito della Barabasca per la realizzazione della nuova piattaforma logistica. La seduta sarà pubblica e si svolgerà in modalità telematica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento