rotate-mobile
Fiorenzuola Today Lugagnano Val D'Arda

Con un calcio distrugge una lapide, 17enne denunciato grazie alle telecamere

Due giovani hanno distrutto una lapide donata anni fa alla comunità di Lugagnano e ricollocata in piazza Giardino nel 2016. Sono stati filmati da alcune telecamere di sorveglianza montate un paio di giorni fa. I carabinieri sono risaliti al responsabile

È stato identificato il responsabile dell’atto vandalico messo a segno nella notte tra il 16 e 17 giugno nel centro di Lugagnano. Si tratta di un 17enne residente a Gropparello, non noto alle forze dell’ordine. I carabinieri della stazione di Lugagnano, al comando del maresciallo Mauro Giordani, sono risaliti a lui grazie alle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza, e messe a disposizione dei militari dell’Arma dal sindaco Jonathan Papamarenghi. Il giovane sarà denunciato per danneggiamento aggravato alla Procura dei minori di Bologna. Con il 17enne era presente un amico che si è limitato ad osservare il gesto compiuto: quest’ultimo non sarà denunciato.

I FATTI - I due verso mezzanotte si sono avvicinati al monumento - una lapide donata alla comunità di Lugagnano per ricordare la Resistenza settant'anni fa e ricollocata in piazza Giardino nel 2016 - e l'hanno colpito con un calcio mandandolo in pezzi. Poi si sono allontanati. Poche ore dopo l'amara scoperta. Il primo cittadino si è prontamente rivolto ai carabinieri del paese che hanno svolto in breve tempo le indagini e ha raccontato sulla sua pagina Facebook l'accaduto: «Questa notte qualche "furbo" ha avuto la brillante idea di distruggere una lapide donata alla nostra comunità settant'anni fa e ricollocata in piazza Giardino. Ho però una brutta notizia per i "furbi": da due giorni sono installate le nuove telecamere proprio in quella zona (sfortunati, eh!). Quindi so bene chi è stato. Per dimostrarlo: ore 23.44, due persone, pantaloni corti, uno con zainetto e maglietta tipo Hard Rock Cafe. Consiglio ai due di passare in municipio da me, se non vogliono aggravare la loro posizione». La lapide è stata donata alla comunità lugagnanese per riconoscerle la sua attività per la libertà durante la Seconda Guerra Mondiale. Era sulla facciata del municipio ma 30 anni fa, durante un restauro, era sparita ma due anni fa l'Anpi di Lugagnano l'ha recuperata e da allora è stata collocata in piazza Giardino il 25 aprile 2016: "I volontari della Libertà Valdarda: nel ventennale della Resistenza per l'ospitalità avuta durante la lotta partigiana a imperituro ricordo verso la popolazione di Lugagnano”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con un calcio distrugge una lapide, 17enne denunciato grazie alle telecamere

IlPiacenza è in caricamento