rotate-mobile
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Via Emilia Ovest

Nuovo punto vendita nell'ex 'Mercatone Uno', la Giunta approva l'accordo

Con il documento che verrà sottoscritto dalla società MaxiDi si darà il via all'iter per la valutazione da parte della Provincia e della Regione della richiesta di insediare un punto vendita di tremila e cinquecento metri quadri nell'immobile all'ingresso di Fiorenzuola

Si avvicina sempre di più l’inizio dell’iter per la valutazione da parte del Consiglio comunale, della Provincia e della Regione della richiesta di insediare un punto vendita di tremila e cinquecento metri quadri nell’ex Mercatone Uno a Fiorenzuola. Come avevamo già anticipato lo scorso ottobre quando la Giunta approvò la variante al Piano Strutturale Comunale, ci sarebbe l’intenzione da parte della società MaxiDi di insediarsi nell’immobile che fino al 2015 ospitava il punto vendita della catena Emiliano-Romagnola. Nella seduta di Giunta dei giorni scorsi è stato approvato l’accordo che il Comune di Fiorenzuola dovrà sottoscrivere con la società operante nel settore della grande distribuzione organizzata attraverso i marchi Galassia, Famila A&O e DPiù.

Con l’accordo, che darà il via ai passaggi burocratici negli uffici degli altri enti coinvolti, «il Comune conferma che la trasformazione della grande struttura di vendita attualmente esistente, ancorché dismessa, risponde alle Linee Programmatiche di Governo, che prevedono in campo urbanistico, di favorire ogni politica atta al recupero del patrimonio edilizio esistente ed al contenimento del consumo di suolo». L’autorizzazione definitiva potrebbe arrivare entro fine novembre dopodiché, secondo quanto previsto fino ad ora, la società potrà insediarsi su una superficie totale di tremila e cinquecento metri quadri di cui duemila e ottocento potrebbero riguardare il commercio al dettaglio alimentare. Il contributo che riceverà il Comune dalla MaxiDi sarà utilizzato per la realizzazione di finalità pubbliche o di interesse generale.

«Una volta completato positivamente l'iter autorizzativo questo intervento misto alimentare-non alimentare andrà a colmare la previsione già presente a PSC e mai attuata dal 2007 ad oggi , di una grande struttura di vendita con queste caratteristiche, fornendo una valida alternativa ad un bacino di utenza ben superiore a quello cittadino e ad una clientela che già oggi si rivolge a strutture analoghe situate a Piacenza e Cremona  spostandosi quindi anche a quaranta chilometri da casa, portando un indotto considerevole in altri Comuni» spiegano il sindaco Romeo Gandolfi e gli assessori Marcello Minari, Lorenza Rossi e Franco Brauner. Secondo loro è di notevole importanza «l'aspetto occupazionale dato che le previsioni assunzionali oscillano tra le cinquanta e le settanta unità, senza contare che la presenza di un marchio commerciale di livello nazionale potrebbe anche rivitalizzare l'interesse di altre aziende ad investire sulla principale via di accesso al nostro centro abitato”» .

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo punto vendita nell'ex 'Mercatone Uno', la Giunta approva l'accordo

IlPiacenza è in caricamento