rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Gli appuntamenti / Fiorenzuola d'Arda

No alla violenza di genere, Fiorenzuola in campo

Il 25 novembre, in Piazza Caduti, spazio al clou di “La fanciulla educata”. Tra venerdì 25 e sabato 26, in Auditorium conferenza e mostra fotografica con i commercianti della Città

Fiorenzuola d’Arda celebrerà la Giornata Internazionale contro la violenza di genere, fissata il prossimo 25 novembre, con una performance urbana in programma alle 18.30 della stessa giornata in Piazza Caduti: sarà il culmine del progetto “La fanciulla educata”, che ha visto l’artista Clara Scola protagonista nel centro della Città nel mese di ottobre. Il progetto, curato da Sofia Baldi Pighi; patrocinato dal Comune di Fiorenzuola d’Arda e sostenuto da BNBIZ - Coworking hotel, comprende due diverse azioni: “Lenzuola in fiore”, operazione di comunicazione visiva mediante l’affissione di manifesti già distribuiti in Città, e l’azione performativa “La buona Ernestina, ovvero la fanciulla educata”. Il progetto è stato presentato nella Sala dell’Orologio del Municipio di Fiorenzuola d’Arda, da Clara Scola e Sofia Baldi Pighi, intervenute insieme al Sindaco Romeo Gandolfi; al Vicesindaco Paola Pizzelli ed agli Assessori Massimiliano Morganti, Elena Grilli e Franco Brauner.

IL PROGETTO “LA FANCIULLA EDUCATA” “La fanciulla educata” è incentrato sul tema dell’educazione domestica impartita alle ragazze già dagli anni Venti del Novecento – in cui le bambine venivano obbligate ad imparare come prendersi cura della casa e della famiglia – sino all’attuale immaginario collettivo, in gran parte caratterizzato da pubblicità, riviste e programmi televisivi che vedono donne in azione nella pulizia della casa. Nelle due fasi del progetto Clara Scola prova a mettere in scacco il ruolo femminile sensibilizzando le azioni, estraendole dal contesto domestico ed inserendole nel contesto pubblico della Città. “Nel 2021 – ha spiegato Sofia Baldi Pighi - secondo il “Gender Equality Index”, indice elaborato annualmente dall’Istituto Europeo per l’Uguaglianza di Genere, solo il 18% degli uomini italiani si è preso cura della casa, in Europa solo il 34%. L’arte contemporanea non possiede certo una bacchetta magica per risolvere all’istante questioni storiche e connaturate nel contesto culturale, ma ha comunque il dovere di sollevarle. Insieme a Clara Scola abbiamo deciso di operare direttamente nello spazio pubblico di Fiorenzuola d’Arda per favorire la democratizzazione dell’arte e per valorizzare l’idea che la città e il cittadino siano due organismi simbionti, capaci di influenzarsi e di crescere l’uno con l’altro”. “La triste attualità, le cui cronache troppo spesso sono cariche di notizie luttuose che attengono alla violenza sulle donne, hanno reso doveroso di immaginare delle iniziative importanti come quelle previste nella giornata di venerdì”, secondo l’Assessore alla Cultura del Comune di Fiorenzuola d’Arda, Massimiliano Morganti. “”La Fanciulla educata” ha da subito incontrato il mio entusiasmo ed il mio sostegno, perché consentirà di mettere in luce una serie di vessazioni, apparentemente minori, a cui sono quotidianamente sottoposte le donne”.

I PROTAGONISTI DEL PROGETTO Clara Scola (nata a Lecco nel 1994) è un’artista visiva e curatrice indipendente, laureatasi nel 2021 al biennio di Visual Cultures e Pratiche Curatoriali presso l'Accademia di Brera di Milano. È co-fondatrice di AWI - Art Workers Italia, associazione che dal 2020 si occupa di tutelare i diritti dei lavoratori dell’arte contemporanea. Sofia Baldi Pighi (nata a Fidenza nel 1995) è una curatrice italiana freelance: insieme a Valentina Buzzi e a Elisa Carollo curerà il prossimo Padiglione Italia per la Biennale di Corea 2023 - Gwangju. Dal 2017 organizza mostre d’arte contemporanea, public program e laboratori di arte terapia ad hoc per diverse istituzioni pubbliche e private. Il progetto è inoltre sostenuto da “BNBIZ - Coworking hotel”, spazio multifunzionale di Fiorenzuola d’Arda, che dal 2017 sostiene progetti artistici sul territorio piacentino.

“Silenziosamente”: Cna contro la violenza sulle donne

Tra venerdì 25 e sabato 26 novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, l’Auditorium “San Giovanni” di Fiorenzuola d’Arda ospiterà l’evento “Silenziosamente: campanelli d’allarme di una violenza silenziosa”, organizzato da Cna Impresa Donna Piacenza, con il patrocinio del Comune di Fiorenzuola d’Arda. Un evento che – come sottolineato dalla Presidente di Cna Impresa Donna Piacenza, Elisabetta Milani – “intende testimoniare la connessione tra Cna e lo studio multiprofessionale “Le connessioni”, ideatori di un progetto di assistenza nei confronti delle donne che subiscono maltrattamenti fisici o psicologici e non hanno la possibilità economica di usufruire di assistenza terapeutica e legale”. Per questo evento è stata inoltre coinvolta la fotografa locale Rosita Lusignani, che esporrà sedici scatti con cui viene rappresentata la violenza inferta soprattutto sul lato psicologico. I due giorni di “Silenziosamente” vedranno inoltre la partecipazione degli esercenti di Fiorenzuola d’Arda, che venerdì e sabato attueranno il “Red Friday”: i clienti potranno convertire gli sconti previsti in occasione del “Black Friday” – che ricorrerà proprio venerdì 25 novembre - in donazioni destinate al progetto di Cna Piacenza e “Le connessioni”.

IL PROGRAMMA DEI DUE GIORNI Venerdì 25 novembre, alle 21, in Auditorium si terrà una conferenza tenuta dall’Avvocato Grazia Longo (studio multiprofessionale “Le connessioni” di Fiorenzuola d’Arda) e dalle psicologhe dello stesso studio, che illustreranno il progetto curato in sinergia con Cna Impresa Donna Piacenza, e le iniziative già messe in atto per tutelare le donne vittime di violenze o maltrattamenti. Nel corso della stessa serata – dedicata a Laura Lusignani, già Presidente di Cna Impresa Donna Piacenza, scomparsa pochi giorni fa - verranno approfondite le tematiche presentate da Rosita Lusignani nella sua mostra fotografica: esposizione ad ingresso libero e che resterà aperta al pubblico, in Auditorium, per tutta la giornata di sabato, dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. "L'iniziativa promossa da Cna Impresa Donne Piacenza, dai commercianti di Fiorenzuola d’Arda e dallo studio “Le connessioni”, dimostra ancora una volta come le diverse realtà fiorenzuolane su temi così importanti sappiano fare squadra e promuovere attività ambiziose e qualificate come questa”, ha commentato l’Assessore alla Cultura del Comune di Fiorenzuola d’Arda, Massimiliano Morganti, rivolgendo “un particolare ringraziamento ad Elisabetta Milani, che si è presa carico di coordinare l’iniziativa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla violenza di genere, Fiorenzuola in campo

IlPiacenza è in caricamento