rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Via Luigi Illica

Nuove forme di co-housing, il Comune lancia il progetto di portierato sociale

Negli alloggi comunali gestiti da Acer Piacenza partirà un progetto sperimentale, il primo del Distretto del Levante. Il programma si propone di aumentare la socializzazione e migliorare i rapporti di vicinato

Il comune di Fiorenzuola ha lanciato un importante progetto di portierato sociale, per una comunità più unita e attenta ai bisogni. Lo scorso 17 maggio la Giunta ha raggiunto un risultato molto importante. Con voti unanimi si è deliberato che negli alloggi comunali gestiti da Acer Piacenza partirà un progetto sperimentale di portierato sociale, il primo del Distretto del Levante. Il programma, sicuramente ambizioso, si propone di aumentare la socializzazione e migliorare i rapporti di vicinato. Inoltre la figura del portiere sociale sarà la base per l’avvio di percorsi di supporto a favorire l’inclusione sociale, la messa in campo di forme di controllo di vicinato e soprattutto l’attività di sentinella pronta a cogliere ogni forma di bisogno dei condomini. “Sarà così possibile una collaborazione con il Servizio Sociale Comunale per la rilevazione di disagi e fragilità e il contrasto dell’isolamento individuale e della carenza relazionale” precisa il vicesindaco Paola Pizzelli. Gli alloggi designati per il progetto sono quelli ERP in via Gilardoni nn 2/4 e tramite il bando indetto dal Comune e i criteri da esso definiti sono stati deliberati i beneficiari , verso cui si sta già procedendo per l’assegnazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove forme di co-housing, il Comune lancia il progetto di portierato sociale

IlPiacenza è in caricamento