FiorenzuolaToday

Pavidea Steeltrade: sconfitta a Reggio per 3-0

Cade la Pavidea Steeltrade nella trasferta di Reggio Emilia. Una caduta amara, frutto di una serata interpretata malissimo dalle biancoblu di Zanichelli che non sono mai riuscite a trovare i ritmi giusti sia sotto rete che, soprattutto in ricezione

Foto: archivio

AGGIORNAMENTO DI DOMENICA 02 NOVEMBRE 

ARBOR INTERCLAYS REGGIO EMILIA-PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA 3-0 (25-21, 25-14, 25-20).

ARBOR INTERCLAYS REGGIO EMILIA: Cocconi, Melli, Nasi 10, Burani, Cigarini 5, Bonacini 6, Lanza 5, Masoni (L), Bellei, Ronzoni, Bonetti 16, Taddei. All: Nicola Piccinini. II° all: Paolo Rabitti.

PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Donida 8, Crotti 1, Boniotti 3, Errichiello 11, Guccione 5, Ciarlini, Fanelli 2, Vignola, Allegretti 7, Musiari (L). All: Davide Zanichelli. II° all: Corrado Longhi.

ARBITRI: Riccardo Barbarani e Alessandra Pilati di Rovigo.

REGGIO EMILIA - Cade la Pavidea Steeltrade nella trasferta di Reggio Emilia. Una caduta amara, frutto di una serata interpretata malissimo dalle biancoblu di Zanichelli che non sono mai riuscite a trovare i ritmi giusti sia sotto rete che, soprattutto in ricezione. Un tre a zero secco, senza attenuanti che esalta i meriti di una formazione reggiana capace di giocare la gara della vita e ottenere un risultato alla vigilia quasi utopistico, ma nella realtà dei fatti ampiamente meritato.

Palasport Aldo Moro piccolo, ma accogliente, pubblico caldissimo e pronto a farsi sentire. L'orario è più da aperitivo che da partita di pallavolo, ma lo spirito in campo è quello giusto. Davide Zanichelli è costretto a fare ancora a meno di Lorena Amasanti, mentre in campo opposto il tecnico Nicola Piccinini può schierare la squadra al gran completo ed affida tutte le chances di successo all'estro di Ramona Bonetti e Valentina Nasi. Un po' di musica per stemperare la tensione, parterre des roi pronto e alle 19,00 in punto si parte. Arbor Interclays in maglia nera con numeri bianchi che va a sinistra e si schiera con Cocconi, Nasi, Burani, Cigarini, Bonacini e Bonetti; la risposta di Zanichelli è scontata con Boniotti, Ciarlini, Guccione, Errichiello, Donida e Musiari. Riccardo Barbarani va sul trespolo, Alessandra Pilati resta a terra. Comincia le ostilità l'Arbor con Martina Bonacini che offre una palla d'oro a Debora Allegretti subito a punto. Il centrale romano prova il raddoppio, ma caccia in rete la battuta ed allora le padrone di casa provano ad alzare il ritmo spinte da un pubblico partecipe e molto caldo. Valentina Guccione piega le mani a Giulia Cigarini, ma l'Arbor Interclays non molla di una virgola e ribatte colpo su colpo alle iniziative delle fiorenzuolane. Un punto per uno non fa male a nessuno, fino a quando le reggiane piazzano un colpo di coda violento e micidiale: Cigarini sorpassa, Bonetti fa arrossire Anna Boniotti, Alice Lanza fa strike (9-5). La gara si mette male per la Pavidea Steeltrade che dà la sensazione di avere la testa ancora negli spogliatoi. Se ne accorge anche Davide Zanichelli che chiama un time out. Il risultato è scarsissimo, perché Ramona Bonetti fa ace e Giada Ciarlini si fa cogliere con un piede sulla riga. Morale della favola: Arbor Interclays 10, Pavidea Steeltrade 5. Il pubblico si fa sentire e la gara diventa interessante. Le fiorenzuolane provano a rientrare in scia con una doppietta di Debora Allegretti e la solita rapidità sotto rete di Caterina Errichiello, ma le reggiane hanno motivazioni e potenza da vendere e rilanciano subito i giochi. La Pavidea Steeltrade ha tecnica e qualità superiori e tenta di farle valere, ma quando la rimonta è quasi arrivata al termine, Debora Allegretti manda in rete la battuta e regala il "+4" al team di Piccinini (14-10). Il vantaggio diventa una molla per l'Arbor che colpisce duro con un diagonale millimetrico di Valentina Nasi ed una ace su Michela Musiari che vale il 17-12. Pavidea Steeltrade, se ci sei batti un colpo. Errichiello e Allegretti fanno capire di esserci ed allora Piccinini va di time. Si ritorna in campo. Novità? Macchè. progressi non se ne fanno. Tutto tace. Non tace il pubblico che manda in confusione anche la coppia arbitrale. Palla oltre la riga, vista dentro e l'Arbor Interclays ringrazia. Errichiello non ci sta e promette battaglia: murata colossale su Alice Lanza e la Pavidea Steeltrade torna in scia (18-16). Time per la panchine reggiana. Piccinini si fa sentire e le "nere" rispondono per le rime con una ace di Ramona Bonetti che vale tanto oro quanto pesa (20-16). Debora Allegretti ha le idee ancora chiare e mette giù un pallone importante, ma Alice Lanza risponde di potenza. Anna Boniotti marca il punto della possibile rimonta, Allegretti manda in rete la battuta e tutto torna come prima. Spinge come una forsennata l'Arbor Interclays che sente sempre più vicino l'uno a zero; le fiorenzuolane arrancano, ma non vogliono crollare ed allora Boniotti colpisce, Cigarini sbaglia il diagonale e i giochi si riaprono (22-20). Time reggiano. Chissà cosa succederà. Siamo in dirittura d'arrivo. Nervi calmi. Si agita troppo, invece, Giada Ciarlini che sbaglia il servizio. Caterina Errichiello prova a metterci una pezza, Valentina Nasi fa set ball e subito va a meritarsi gli applausi con la ace dell'uno a zero (25-21).

Ragazze, qua si mette male. Bisogna reagire. Più facile da dire che da fare, perché il secondo set è quasi una fotocopia. Guccione e Boniotti fanno un break che dura pochissimo, perché un pallonetto di Alice Lanza ed una ace di Giulia Cigarini su Anna Boniotti riportano il punteggio in parità (3-3). Le padrone di casa riprendono a correre: Nasi, Bonetti e il gioco è fatto (6-3). Panchina fiorenzuolana in subbuglio. Davide Zanichelli si fa sentire e prova a dare la carica. Valentina Guccione illude, Caterina Errichiello  sbaglia la misura e l'Arbor Interclays cala il poker (8-4). Le reggiane non si fermano e alzano il ritmo: Bonacini fa replay ed allora Zanichelli gioca il jolly. Dentro Maria Chiara Crotti, in panca Anna Boniotti. Non si spaventa il team di Piccinini che va sul pesante con Bonacini ed una ace di Giulia Cigarini per un clamoroso 12-4. Fiorenzuolane irriconoscibili. Veronica Vignola va a sostituire al palleggio Giada Ciarlini, Elena Donida si fa mandare a quel paese anche dalla mamma, Debora Allegretti perde il muro con Martina Bonacini e l'Arbor Interclays va al doppiaggio (14-4). Clamoroso al "Palamoro"!. Zanichelli si rifugia in un time, ma in campo le reggiane sono una furia e non fanno sconti: Ramona Bonetti rimanda al mittente un pallone di Caterina Errichiello, Elena Donida manda lungo, Maria Chiara Crotti non riesce a stoppare Giulia Cigarini e la Pavidea Steeltrade sprofonda (17-7). Riusciranno le nostre eroine ad arrivare a dieci? Sì, ed è Caterina Errichiello a marcare la doppia cifra. Ma il "gap" è troppo ampio e ormai i giochi sono fatti. Veronica Vignola sciupa il servizio, Errichiello fa dodici, Cigarini ventidue, Ramona Bonetti ventiquattro. Tradotto: undici set ball. Elena Donida annulla il primo, Caterina Errichiello tenta di imitarla, ma cicca il servizio. 25-14. Brutta, brutta Pavidea Steeltrade. Ci vuole la scossa.

Terzo set e Zanichelli ripete il copione già visto, provato e sottoscritto. Ilaria Fanelli va in campo e subito fa capire di esserci. Partenza a razzo delle fiorenzuolane con l'Arbor Interclays sorpreso da tanta determinazione (0-3). Donida non è nella serata da Oscar e si merita il Tapiro cacciando fuori la battuta, Caterina Errichiello manda oltre la riga rossa, Cigarini le dà la mano e allora Piccinini chiama il time out. La Pavidea Steeltrade, questa volta, sembra tenere botta e quando Valentina Nasi regala l'ottavo punto alle fiorenzuolane, il pubblico rumoreggia. Altro time out per Piccinini, Elena Donida, questa volta, mette giusto e la Pavidea Steeltrade scappa decisa (5-10). Cambia Reggio Emilia: Lanza per Ronzoni. Bonacini colpisce, Elena Donida replica, Giulia Cigarini spara su Musiari e l'Arbor Interclays si avvicina (9-11). Caterina Errichiello trova la diagonale scoperta, Ilaria Fanelli piazza una ace su Valentina Cocconi e la forbice si riapre (10-14). Le reggiane non mollano e riprendono a correre. Tre attacchi e il punteggio torna in bilico (13-14). Allegretti tenta l'acuto, Ramona Bonetti manda in rete e il vantaggio della Pavidea Steeltrade torna ad allargarsi (13-16). Ma evidentemente non è la serata giusta ed allora altro colpo di pedale delle padrone di casa che impattano con Alice Lanza, mettono avanti la testa con Ramona Bonetti e fanno break su una ace di Valentina Nasi (18-16). Attimi decisivi. Errichiello ha ancora energie per colpire duro, Debora Allegretti sbaglia il servizio, Ramona Bonetti invece no (22-19). Time Zanichelli, cambio Arbor: entra Federica Bellei, esce Giulia Cigarini. Ramona Bonetti sbaglia il servizio, rimedia Alice Lanza, Elena Donida manda fuori per il match ball reggiano. Partita segnata, serata storta, suggellata da un pasticcio in ricezione delle biancoblu. 25.20. La Pavidea Steeltrade si ferma. Rabbia, delusione. Ma anche fame e sete. Tavolo prenotato in pizzeria. Si va tutti lì. A cercare di dimenticare in fretta una serata da dimenticare.

 (collaborazione ai tabellini di Lorena Amasanti).

NOTIZIA DI VENERDI' 31 OTTOBRE - Pavidea Steeltrade, il rischio è il mio mestiere. La trasferta di Ferrara portava con sé parecchie incognite, sia per la assenza della infortunata Lorena Amasanti, sia perché le fiorenzuolane non stavano ancora al top del rendimento.

E contro un'altra neopromossa desiderosa di sfruttare il fattore campo e cancellare lo zero in classifica, erano veri e propri rischi. Le premesse della vigilia si sono puntualmente concretizzate sul parquet.

Le ferraresi, giovani ma piene di entusiasmo, hanno trovato sprazzi di gloria, soprattutto nel terzo set quando la Pavidea Steeltrade è andata spesso in confusione, smarrendosi inesorabilmente. Il divario tecnico tra fiorenzuolane ed estensi era evidentissimo, la gara era da terno secco, ma le ragazze di Davide Zanichelli hanno voglia di continuare a regalare emozioni e mettere a dura prova cuore e coronarie.

La terza frazione è stata una vera e propria caccia alle streghe: estensi su di giri e fiorenzuolane a terra. Alla fine è arrivata una altra vittoria. E questo è il fattore più importante, ma è evidente che il tecnico Zanichelli avrà ancora molto lavoro da fare per portare Ciarlini e compagne ai livelli massimi. Le note positive della serata arrivano dalla Under Anna Boniotti, entrata a pieni voti nel tabellino delle grandi, e dalla reattività del gruppo che ha dato il colpo di pedale decisivo in un quarto set cominciato male e poi finito in gloria.

I RISULTATI E LA CRONACA DELLA PARTITA

LE NEWS DELLA PAVIDEA STEELTRADE

Sei punti in classifica, punteggio pieno. Aspetti e cifre che fanno morale e possono aiutare a programmare il futuro senza troppe incertezze, però è necessario un cambio di mentalità per non rendere serate tutto sommato tranquille, veri e propri incubi. Stop. Punto. Si guarda avanti. All'immediato futuro.

Alla seconda trasferta consecutiva. Sabato primo novembre alle 19,00 la Pavidea Steeltrade sarà di turno al "Palaliceomoro" di Reggio Emilia ospite dell'Arbor Interclays tornata dalla trasferta di Forlì con un pugno di mosche e tanti rimpianti. 

Le emiliane, guidate dai tecnici Nicola Piccinini e Paolo Rabitti, costituiscono un complesso ricco di qualità che sa esprimere una buona pallavolo fatta dal ritmo imposto dalla palleggiatrice Valentina Cocconi e dalla potenza dell'assortito reparto schiacciatrici nel quale spicca la diciottenne Francesca Burani rientrata dal prestito alla Anderliniunicomstark Sassuolo.  La campagna acquisti è stata mirata ed ha portato alla corte del confermatissimo Nicola Piccinini giocatrici di categoria, come il "centrale" Valentina Nasi e la schiacciatrice Ramona Bonetti che la B/2 la conoscono a memoria. Pochi innesti, molte conferme e ritorni per una squadra da prendere con le pinze. 

Per la Pavidea Steeltrade un test significativo alla immediata vigilia dello scontro al vertice da tutto esaurito con l'Abo Offanengo della ex Noemi Barbarini, di scena al "Palamagni" sabato 8 novembre. Direttori di gara saranno Riccardo Barabani e Alessandra Pilati di Rovigo.

Il programma completo del terzo turno di andata: Arbor Interclays Reggio Emilia-Pavidea Steeltrade Fiorenzuola (sabato 1 novembre ore 19,00), Anderlini Unicomstark Sassuolo-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia, Abo Offanengo-Liberta Volley Forlì, Banca Lecchese Picco-Ferrara nel cuore, Volley Cesena Riv-Easy Volley Desio, Clai Imola-Alkim Banca Cremasca Crema, Sanda Volley Brugherio-Pallavolo Volta Mantovana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento