FiorenzuolaToday

Club Cinefotografico, dal 15 settembre al via la rassegna "Photo '17"

Si parte con un "amarcord" fotografico dal titolo “La notte dei tabarri”. La mostra verrà allestita presso il Castello di San Pietro in Cerro

Una delle fotografie che potranno essere ammirate alla mostra che prenderà il via il 15 settembre

“Guercino ed altri viaggi di ritorno”. È il titolo scelto dal Club Cinefotografico di Fiorenzuola per la rassegna Photo 2017. Prenderà il via venerdì 15 settembre quando alle ore 21 presso il castello di San Pietro in Cerro si assisterà ad un “amarcord” fotografico dal titolo “La notte dei tabarri”. Gli autori - Camilla Biella, Davide di Seclì e Giorgio Villa – attraverso i loro scatti voglio ricordare lo straordinario evento organizzato l’anno scorso dal veterinario Piero Carolfi presso l’Azienda Agricola I Ronchi a Baselicaduce, con la partecipazione di Sandro Zara, titolare del Tabarrificio Veneto e in collaborazione con Gli amici del Tabarro, per una notte magica e ricca di suggestioni. La mostra fotografica si inaugura in occasione della proiezione del film di Alessandro Scillitani “In viaggio sul Po” con la partecipazione straordinaria del regista e di Paolo Rumiz. L’evento espositivo è in collaborazione con: Associazione Le Terre Traverse - Translands, Associazione Castelli del Ducato, Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina. Fino al 24 settembre, sabato e festivi 10-12:30 e 15-18:30.

Come detto, questo appuntamento si inserisce in un ciclo di mostre che durerà fino al 19 novembre, dedicate alla fotografia ex post, tra luogo, storia e identità.

IL TEMA DELLA RASSEGNA “PHOTO ‘17” - Un rientro a casa spesso è l’inizio del racconto. Non a caso, una delle più grandi narrazioni di un viaggio mai tramandate è quella del ritorno di Ulisse ad Itaca. Perché a volte è a posteriori che si percepiscono meglio le realtà lasciate alle spalle. È nel ricordo elaborato che la visuale del tutto si completa, con lo sguardo all’indietro, perché un viaggio non è compiuto senza il nostos, il ritorno. La fotografia è lo strumento ex-post per eccellenza, una visione meditata sul territorio, un diario visivo di lettura intima e personale, continuamente attesa tra luogo e identità. Questo il tema di PHOTO’17 che avrà quest’anno un testimone d’eccezione: il Guercino, uno scrittore con la luce ante litteram il quale, nel suo ideale rientro a casa dopo il suo soggiorno piacentino, si fermerà a Fiorenzuola per suggellare, attraverso le gigantografie di Marco Stucchi, un’edizione assolutamente speciale del festival.

Nelle foto: “Tabarri” nelle immagini di Camilla Biella (le tre persone) - Davide Di Seclì (signore con baffi) e Giorgio Villa (signore con bicicletta). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento