FiorenzuolaToday

Polo "Mattei", inizio dell'anno scolastico con il "nuovo" bar e il saluto del provveditore Bocedi

Al fianco dei sindaci e della preside Rita Montesissa, per dare il benvenuto a circa 200 tra ragazze e ragazzi che si apprestavano ad iniziare il percorso di istruzione superiore di secondo grado, è intervenuto il provveditore delle province di Piacenza e Parma, Maurizio Bocedi

Da sinistra Montesissa, Pizzelli, Bocedi, Gandolfi, Bricconi

A Fiorenzuola per gli 800 ragazzi che frequentano il polo scolastico Enrico Mattei, il nuovo anno si è aperto con una sorpresa: uno spazio bar più moderno e accogliente. Nella mattinata di venerdì 15 settembre il sindaco di Fiorenzuola Romeo Gandolfi, insieme ai colleghi dei Comuni della Valdarda,dai quali provengono gli studenti, ha effettuato il taglio del nastro. Nel corso dell’estate il bar, inaugurato alcuni anni fa, ha visto un ampliamento che consentirà di ospitare un numero più consistente di persone che durante la settimana decideranno di pranzare a scuola nelle giornate in cui vengono proposte attività pomeridiane. «I lavori – ci ha spiegato Stefano Pozzoli, responsabile Tecnico della Provincia – sono stati finanziati dall’impresa che ha in gestione il bar. La Provincia, che è proprietaria degli spazi ha appaltato i lavori tramite una gara e coordinato tutte le procedure fino alla conclusione e quindi alla riapertura». Al taglio del nastro è seguito un rinfresco a favore delle autorità presenti e della rappresentanza degli studenti intervenuti; e un momento musicale offerto dal duetto, ormai celebre all’interno del polo scolastico, formato dal professore Romolo Morandini e dal tecnico di laboratorio Massimo Vetrugno.

Poco prima i sindaci e la preside Rita Montesissa, avevano dato il benvenuto a circa 200 tra ragazze e ragazzi che si apprestavano ad iniziare il percorso di istruzione superiore di secondo grado. Al fianco delle autorità è intervenuto il provveditore delle province di Piacenza e Parma (il dirigente dell’ufficio scolastico territoriale), Maurizio Bocedi che ha detto: «Mi fa piacere essere in una scuola il primo giorno dell’anno scolastico, è sempre bello mantenere vivo il contatto con gli studenti, insegnanti, dirigenti. Vi apprestate ad iniziare un percorso che poi nel corso degli anni proseguirà verso altri sbocchi di formazione universitaria. Cercate di vivere la realtà scolastica da protagonisti e non da spettatori: ci saranno momenti di soddisfazione cosi come potranno esserci momenti di difficoltà a cui voi stessi dovete dare una risposta per poterli risolvere. Le esperienze che trascorrerete qui le ricorderete per tutta la vita e soprattutto ricorderete il valore che l’istruzione vi darà. Siate consapevoli che l’impegno dell’apprendimento vi accompagnerà per molto tempo: in questi anni di formazione imparerete ad acquisire un metodo per leggere il cambiamento».

«Oggi entrate in una realtà che non è più comunale come lo erano le scuole elementari e medie, ma è di valenza provinciale – ha detto il primo cittadino di Fiorenzuola Romeo Gandolfi -. Si allargheranno le vostre conoscenze e questo è un primo passo della propria vita: da qui vi preparerete a viverla per far sì che voi possiate diventare il fulcro della società. Noi contiamo su di voi». A testimoniare la fiducia che le istituzioni accordano ai giovani, c’è l’impegno della Provincia a progettare e a finanziare un ampliamento dell’istituto: presumibilmente nell’estate del 2018 il porticato della palazzina che ospita il Liceo verrà completamente chiuso e li troveranno spazio cinque nuove aule.

Il sindaco della vicina Cadeo, Marco Bricconi, ha voluto far notare la presenza in Valdarda di «un istituto scolastico con cinque percorsi di studi validi, cosi come valido è il personale che vi opera». Il polo “Mattei” di Fiorenzuola, lo ricordiamo, è costituito dall’Istituto Tecnico Economico, dall’Istituto Tecnico Tecnologico e da quello Professionale, dal liceo Scientifico e da quello delle Scienze Umane Poi paragonando la scuola ad uno zaino e ha aggiunto: «Quello che apprenderete lo dovrete conservare e mettere in questo zaino perché vi servirà per affrontare la vita, anche con quello che vi sembrerà più superfluo. Avete di fronte a voi una grande opportunità e noi Amministratori metteremo tutto il nostro impegno per permettervi di vivere al meglio questi cinque anni». Impegno che ha confermato anche la vicesindaco di Fiorenzuola Paola Pizzelli, nonché assessore alla Pubblica Istruzione: «Come assessorato intendiamo mantenere un’ottima collaborazione con gli insegnanti e le vostre famiglie».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento