FiorenzuolaToday

Profughi a Chiaravalle? Il sindaco: «Nessun operatore del territorio ha partecipato al bando»

È da diversi giorni che tra i residenti di Chiaravalle della Colomba si sente dire che il palazzo della Commenda, ora in disuso, dovrebbe ospitare alcuni profughi. Il sindaco di Alseno Davide Zucchi, raggiunto dalla voce rassicura i cittadini

Il palazzo della Commenda a Chiaravalle di Alseno (foto Trespidi)

È da diversi giorni che tra i residenti di Chiaravalle della Colomba si sente dire che il palazzo della Commenda, ora in disuso, dovrebbe ospitare alcuni profughi. La voce che ha scatenato non poca preoccupazione nella frazione di Alseno, soprattutto dopo gli ultimi furti in alcune abitazioni della zona, è giunta anche al sindaco Davide Zucchi. Il primo cittadino interpellato a riguardo da IlPiacenza spiega: «A noi non risulta che operatori abbiano messo a disposizione strutture ricettive situate sul nostro territorio e tanto meno che abbiano partecipato al bando di gara indetto per l’affidamento del Servizio di accoglienza di cittadini stranieri extracomunitari richiedenti protezione internazionale».

Il sindaco vuole dunque rassicurare i residenti di Chiaravalle, i quali hanno iniziato ad allarmarsi dopo aver notato in questi giorni il via vai di alcuni ragazzi di colore nei pressi della palazzo della Commenda. «Il palazzo è di proprietà di Asp – Città di Piacenza e in parte di Ausl - spiega Zucchi. Ho saputo che in questi giorni alcuni ragazzi, non so se siano stati profughi o meno inviati da Asp, si sono messi all’opera per ripulire l’area cortilizia, antistante il palazzo. Non è previsto alcun arrivo sul nostro territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento