menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta degli ambulanti a Fiorenzuola

La protesta degli ambulanti a Fiorenzuola

La protesta degli ambulanti: «Al centro commerciale vendono quello che noi non possiamo vendere all'aperto»

Poco meno di un centinaio di commercianti in protesta a Fiorenzuola. Il corteo per le vie della città

«Non abbiamo visto praticamente nulla, 1200 euro in un anno dallo Stato. Basta chiusure, il covid si combatte convivendoci. Ridateci il nostro lavoro che avevamo». Protesta a Fiorenzuola dei commercianti ambulanti, e di quelli in sede fissa, che - come sta avvenendo in questi giorni anche in molte parti d'Italia - puntano il dito contro le chiusure delle loro attività imposte dal governo per prevenire i contagi da coronavirus. Poco meno di un centinaio di persone, dalle 8,30 di giovedì 18 aprile, si sono radunate in corteo con slogan e cartelli, partendo dalla piazza del mercato (piazza Cavour) e arrivando al centro commerciale Cappuccini di via Kennedy dopo aver percorso, protestando, per le vie del centro storico e lungo il tratto urbano della via Emilia. Dopo il corteo ad attenderli in piazza c'erano il sindaco di Fiorenzuola e la vicesindaco Paola Pizzelli. Hanno preso parte alla manifestazione alcuni tra assessori e consiglieri comunali: Lorenza Rossi, Marcello Minari e Umberto Bergamaschi. «Questo purtroppo è un sistema che si è rotto che non funziona più. Un anno fa ci dicevano che sarebbe andato tutto bene, invece adesso qui nel centro commerciale vendono le cose che noi commercianti e ambulanti non possiamo vendere all'aperto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento