FiorenzuolaToday

«Recuperiamo i nostri valori e le radici in un continente ormai islamizzato»

Il giornalista Magdi Cristiano Allam ha preso parte a un incontro organizzato da Forza Italia a Fiorenzuola dove ha presentato il suo ultimo libro ‘Il Corano senza veli’.

Magdi Cristiano Allam al tavolo con Minari, Papamarenghi e Pizzelli (foto Trespidi)

«Riscattare la nostra sovranità come Stato, salvare gli Italiani da una dittatura finanziaria, da una dittatura relativista, immigrazionistica e islamofila». E’ quello che il giornalista Magdi Cristiano Allam spera possa realizzarsi nei prossimi anni. Ha parlato di questi temi nel corso di un incontro organizzato da Forza Italia nel pomeriggio di domenica 18 febbraio a Fiorenzuola. Allam già invitato alcune volte nel territorio piacentino dai militanti del partito di centrodestra ha presentato il suo ultimo libro ‘Il Corano senza veli’. Il giornalista e scrittore, musulmano, per 56 anni ha creduto in un “islam moderato”, per maturare, poi, la convinzione che non esiste e convertirsi facendosi battezzare nel 2008 da Papa Benedetto XVI, alla cultura cattolica.

«‘Il Corano senza veli’ è una guida per leggere, capire il testo sacro dell’Isalm che paradossalmente, pur essendo il testo più diffuso al mondo è anche quello meno conosciuto. Sicuramente è un testo che più di altri incute paura per quella che è la problematicità oggi dell’Islam, del terrorismo islamico, delle moschee, delle così dette comunità islamiche che oggi sono sempre più presenti in mezzo a noi: anche qui a Fiorenzuola, a Piacenza, c’è una realtà viva che concerne l’Islam. È’ un testo assolutamente oggettivo, ho selezionato dei temi di interesse degli Italiani, degli europei ed emergono aspetti che evidenziano l’incompatibilità di ciò che Allah prescrive nel Corano con le leggi laiche dello Stato, con le regole su cui si fonda la civile convivenza e con i valori che sostanziano la nostra civiltà. Ho creduto in un Islam moderato e sono stato il musulmano che più di altri in Italia si è prodigato affinché potesse esserci un Islam moderato. Di fronte a reiterate condanne e minacce di morte da parte di altri musulmani che secondo loro scrivevo cose che andavano in contrasto con ciò che è scritto nel Corano, con ciò che ha fatto Maometto, ho dovuto prendere atto che i musulmani come persone possono essere moderati se sono laici, se antepongono la ragione al cuore ad Allah e a Maometto. L’Islam come religione non è moderato: ciò che Allah prescrive nel Corano, ciò che ha detto e ha fatto Maometto non sono moderati.

Più che sui contenuti che il giornalista tratta nel libro, l’incontro si è concentrato su quella che è la situazione in Italia e in un continente definito da Allam «islamizzato». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento