FiorenzuolaToday

Rischia di soffocare per un boccone, salvato dai carabinieri

I militari del Norm di Fiorenzuola sono intervenuti per quello che sembrava essere un infarto, ma una volta arrivati a casa di un 92enne hanno capito che si trattava di soffocamento: hanno eseguito le manovre di primo soccorso e gli hanno salvato la vita. Sul posto anche il 118

Foto di repertorio

La centrale operativa del 112 li aveva inviati in un’abitazione per quello che sembrava essere un infarto, ma al loro arrivo la scena che si sono trovati davanti era ben diversa: un anziano stava soffocando per colpa di un boccone che gli si era fermato in gola. Così i carabinieri di pattuglia sul Radiomobile, preparati anche nelle procedure di primo soccorso, una volta giunti sul posto, hanno messo in atto le manovre salvavita utili in questi casi. I militari dell’Arma, due giorni fa, hanno di fatto salvato un 92enne di Fiorenzuola, ora ricoverato nei reparti di Medicina dell’ospedale di via Roma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poco dopo le 20 di domenica 9 febbraio la centrale del 118 di Parma ha richiesto l’intervento alle forze dell’ordine, tramite il cosiddetto “Codice Blu” attivato in caso di infarto, per una persona con difficoltà respiratorie, residente nella zona della piscina di Fiorenzuola. A sua volta la centrale del comando Compagnia dei carabinieri, ha diramato la segnalazione alle pattuglie e in pochi minuti quella del Nucleo Radiomobile è arrivata di fronte all’abitazione dell’anziano. Una volta entrati hanno capito subito che non si trattava di infarto ma di un principio di soffocamento a causa del cibo che gli era andato di traverso. Con lui in casa c’era il figlio che già aveva liberato le vie respiratorie, ma l’anziano pare non riuscisse più a riprendere la normale respirazione. I due militari, che sapevano come agire, lo hanno così adagiato su un fianco in posizione di sicurezza e, “battendogli” qualche colpo sulla schiena sono riusciti a farlo respirare nuovamente, salvandogli la vita. Pochi secondi dopo è arrivata l’ambulanza infermieristica dell’ospedale di Fiorenzuola: i sanitari hanno stabilizzato i parametri vitali del 92enne e l’hanno trasportato in ospedale dove si trova tutt’ora ricoverato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • Ferriere, il nuovo sindaco è Carlotta Oppizzi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento