FiorenzuolaToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rotatoria del ponte sul torrente Arda, al via la sperimentazione

 

Sono soddisfatti i cittadini dell’operato dell’Amministrazione ‘Gandolfi’ che ha dato inizio alla sperimentazione della rotatoria del ponte sull’Arda. Nella mattinata di lunedì 9 ottobre, gli uomini dell’ufficio Tecnico del Comune di Fiorenzuola - coordinati dall’ingegnere Luigi Galantin, dagli assessori Marcello Minari e Massimiliano Morganti, dal sindaco Romeo Gandolfi e dagli agenti della Polizia Municipale - hanno posizionato i new jersey per “dare forma” alla rotonda. Sempre in mattinata è stata posizionata la segnaletica verticale e realizzata quella orizzontale, strisce pedonali comprese.

«Si procede a migliorare la viabilità del centro cittadino – commenta il sindaco di Fiorenzuola -. Dopo vent’anni quest’opera decreta la fine del semaforo provvisorio, o meglio sperimentale». «È stata dura, ed anche per questo è gratificante – scrive Morganti in un post su Facebook -. Rispettare tutte le procedure e la completezza degli iter amministravi ha richiesto tempo e una presenza fisica molto forte, per la quale il sindaco si è speso in prima persona in modo molto deciso. Con grande spirito d’iniziativa l'ufficio Tecnico ha condotto in porto un'opera strategica per la città di Fiorenzuola. La volevamo dal primo minuto. È servito tempo, ma eccola qui. Un grazie di vero cuore va a quei cittadini che, nel pieno della loro autonomia come soggetti privati, hanno deciso di cedere una parte del piazzale di loro proprietà all'Ente, rendendo possibile la realizzazione della rotonda».

Con un diametro di circa 30 metri, “raccoglie” il traffico proveniente dal tratto urbano della via Emilia, da corso Garibaldi e da via Roma, prima regolato dall’impianto semaforico che negli ultimi anni è stato disattivato e in funzione solo per l’attraversamento pedonale con il pulsante per la “chiamata”. La fase di sperimentazione va da un minimo di 6 mesi a un massimo di due anni, «dipende da vari fattori – fa sapere sempre Morganti -, non ultimo quello economico: ad oggi sono stati spesi circa 12mila euro per la sistemazione dei sottoservizi e l’asfaltatura di una piccola porzione di terra presente nel piazzale sopra il quale è stata realizzata la rotonda. L’ammontare complessivo dei lavori per la rotatoria, una volta realizzata, sarà pari a circa 80mila euro».

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento