FiorenzuolaToday

Savinelli: «Mi metto al fianco di chi ha vinto le primarie, le minoranze non vanno condannate al silenzio»

Risponde cosi Paolo Savinelli, candidato alla carica di consigliere comunale nella lista dell'attuale vicesindaco Giuseppe Brusamonti, alle critiche del segretario locale della Lega Nord, Andrea Pezzani

Paolo Savinelli

«Intorno alla mia decisione di sostenere ed aderire alla lista di Centro Sinistra "Noi di Fiorenzuola" penso sia fondamentale fare chiarezza con alcune osservazioni che ritengo utili per evitare di "prestare il fianco" a troppo facili e superficiali strumentalizzazioni».

Risponde cosi Paolo Savinelli, candidato alla carica di consigliere comunale nella lista dell’attuale vicesindaco Giuseppe Brusamonti, alle critiche del segretario locale della Lega Nord, Andrea Pezzani. LEEGI QUI

Nel suo intervento spiega: «Ritengo che le Primarie di un Partito a tutto debbano servire tranne che a sancirne la spaccatura, se qualcuno dovesse pensarlo rischierebbe seriamente di apparire non particolarmente avvezzo all'utilizzo di strumenti democratici. Io ho un grande rispetto per la parola "democrazia" ed intendo, con tutto me stesso, fare sempre del mio meglio per onorarla con grande senso di responsabilità! Onde evitare di utilizzare parole come "coerenza" e "dignità" in modo improprio, inviterei tutti alla calma e alla riflessione».

«Mi sono mosso all'interno di un percorso democratico, sottoponendo la mia candidatura a sindaco al giudizio insindacabile degli elettori. Ho raccolto un consenso pari a circa il 41% dei voti. Una percentuale non certo trascurabile: più di 500 elettori che hanno scelto di dare fiducia al mio progetto di rinnovamento e che meritano di essere rappresentati, perché il loro contributo non vada disperso».

«La lista proposta dal mio ex competitor alle Primarie e attuale Candidato Sindaco, Giuseppe Brusamonti, è contrassegnata da uno sforzo in tale direzione, evidenziando un taglio netto con il passato. Io ci sto! Metto la mia faccia accanto a quella della persona che la maggioranza degli elettori ha indicato come legittimo candidato alle prossime amministrative. È quello che fanno le minoranze, che non vanno condannate al silenzio, ma meritano di essere adeguatamente rappresentate e, con spirito sempre vigile e costruttivo, devono riconoscere, nella dialettica e nella collaborazione, l'importanza di scelte ed obiettivi condivisi.
Lo devo a chi mi ha sostenuto! Non so se sarò eletto, ma il PD è il mio partito, dal quale non sono mai uscito. Bando alle sterili accuse, quindi, ed ognuno si impegni a sostegno della propria lista. E che vinca il migliore, per il bene di Fiorenzuola!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento