FiorenzuolaToday

Servizi cimiteriali, aumentano le tariffe per tumulazioni ed esumazioni

La giunta ha deliberato l'adozione dei nuovi prezzi, che entreranno in vigore dall'1 marzo, dopo aver effettuato un confronto con le tariffe applicate in altri Comuni della provincia

Nell'immagine di repertorio il cimitero di Fiorenzuola

Aumentano le tariffe dei servizi cimiteriali, in alcuni casi anche più del doppio rispetto a quelle tutt’ora in vigore. La giunta del Comune di Fiorenzuola ha deliberato l’adozione dei nuovi prezzi, che entreranno in vigore dall’1 marzo, dopo aver effettuato un confronto con le tariffe applicate in altri Comuni della provincia.

«Abbiamo voluto rivedere le tariffe in quanto non risultano aggiornate da più di un ventennio – spiega l’assessore al Bilancio, Marcello Minari - ed occorre pertanto rendere possibile una maggiore entrata per il bilancio comunale, che sia il più rispondente possibile al costo effettivo degli interventi, al giorno d’oggi».

Andiamo a vedere nel dettaglio gli aggiornamenti apportati ai costi. L’inumazione e l’esumazione nel campo comune passerà dagli attuali 250 euro a 300 euro. Quasi del triplo l’aumento del costo per la chiusura frontale del loculo, in caso di tumulazioni sia delle cappelle comunali sia in quelle private: si passa da 75 a 200 euro. A questi costi vanno aggiunti quelli per ulteriori chiusure laterali (200 euro), frontali (100 euro) o superiori (150 euro).

Per quanto riguarda la tumulazione in tombe vengono distinte quelle senza scavo (dagli attuali 94 euro a 250 euro) e quelle con scavo: per quest’ultime il costo sale a 324 euro (prima era di circa 123 euro). Un’eventuale chiusura frontale aggiuntiva costerà 75 euro.

Infine sarà possibile richiedere l’estumulazione dal loculo di una cappella comunale ad una privata: il trasferimento in altra sede comporterà un costo di 250 euro, mentre lo spostamento di una salma in un altro loculo verrà a costare 400 euro (prima 150 euro). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento