FiorenzuolaToday

Sfondano la banca con un carroattrezzi e sradicano il bancomat, colpo da migliaia di euro nella notte

Colpo nella notte all'Unicredit in viale Stazione a Castelvetro. Tre persone incappucciate a bordo di un carroattrezzi hanno sfondato la banca per poi agganciare il bancomat e scappare in pochi secondi. Sul posto le guardie giurate di Ivri e i carabinieri. Un colpo simile è stato messo a segno tre giorni fa nel Bolognese

La banca Unicredit devastata dal colpo (foto Gatti)

E' quasi sicuramente un commando di professionisti quello che ha agito nella notte del 3 ottobre a Castelvetro mettendo a segno un colpo da migliaia di euro all'Unicredit in viale Stazione. La banda, composta da tre persone incappucciate è entrata in azione poco prima delle tre con un'auto di grossa cilindrata e un carroattrezzi. Hanno manomesso il cancello elettrico e poi hanno sfondato in retromarcia la vetrata della banca riuscendo a scardinare il bancomat che hanno poi agganciato un cavo di acciaio e caricato sul mezzo, che probabilmente è rubato così come l'auto. Un colpo fulmineo che non è sfuggito a un cittadino che ha visto tutto dalla finestra e chiamato il 112. Sul posto in pochi minuti sono arrivate le guardie giurate di Ivri, il radiomobile dei carabinieri di Fiorenzuola, la stazione di Monticelli, Villanova e i militari dell'Aliquota Operativa che hanno effettuato tutti i rilievi insieme al comandante della Compagnia di Fiorenzuola, Emanuele Leuzzi. I malviventi sono stati visti scappare verso Cremona e probabilmente si sono rifugiati nelle campagne vicine e lontano da sguardi indiscreti hanno potuto svuotare i cassetti dello sportello bancomat, abbandonare il carroattrezzi e fuggire tutti e tre a bordo della potente auto. Le ricerche, durate tutta la notte, hanno dato esito negativo. Un colpo studiato e organizzato che lascia verosilmente preusupporre che si tratta di una banda di professionisti che ha probabilmente effettuato alcuni sopralluoghi prima di entrare in azione e rubato il carroattrezzi nella zona. I filmati delle telecamere di sorveglianza forniranno ai militari elementi utili alle indagini. Il bottino è in via di quantificazione ma potrebbe aggirarsi intorno a qualche migliaia di euro. Colpi simili sono stati portati a segno nell'ultimo periodo a Modena, Reggio Emilia e Bologna. L'ultimo, identico, solo tre giorni fa a Funo di Argelato, nel Bolognese. Anche in quel caso è stata presa di mira una filiale Unicredit. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento