FiorenzuolaToday

Soppressione ZTL di corso Garibaldi? «Percorso di studio per valutare pro e contro»

Il consigliere Giuseppe Brusamonti con un'interrogazione ha chiesto quali siano le modalità che l'Amministrazione intende seguire, per la discussione sull'eventuale soppressione della ZTL. La risposta dell'assessore al Commercio, Lorenza Rossi

L'ingresso di corso Garibaldi a Fiorenzuola

«Quali sono le modalità che l’Amministrazione intende seguire, per la discussione sull’eventuale soppressione della zona a transito limitato di corso Garibaldi, annunciata nei giorni scorsi?». Lo ha chiesto il consigliere Giuseppe Brusamonti (gruppo “Noi di Fiorenzuola – Partito Democratico”) con un’interrogazione, nel corso dell’ultimo consiglio comunale.

La risposta è arrivata dall’assessore competente al Commercio, Lorenza Rossi, che spiega: «Per quanto riguarda l’eventuale sospensione della ZTL – ha tenuto precisare - come primo passo inizieremo un attento percorso con la Polizia Municipale ed il settore Economico e Finanziario del Comune, al fine di valutare le normative contrattuali che riguardano la gestione delle attuali telecamere  presenti, i costi e i ricavi annessi».

Una volta valutate ed individuate le eventuali coperture finanziarie, sarà premura dell’Amministrazione iniziare un ciclo di incontri pubblici con residenti e commercianti, nel corso dei quali verranno analizzati i pro e i contro della ZTL.

«Al termine di questi incontri – prosegue l’assessore - potremmo quindi decidere se mantenere la situazione attuale oppure optare per una variazione. Valuteremo sicuramente l'opzione più condivisa, partendo dal presupposto che purtroppo sarà impossibile accontentare tutti. Bisogna sempre rendersi conto che siamo a Fiorenzuola, una cittadina di 15mila abitanti e nessun mezzo di trasporto. Sarebbe impensabile interdire le automobili al centro storico, dove sono collocati la maggior parte degli esercizi commerciali».

L'idea di pedonalizzazione del centro sempre richiamata dall'opposizione, secondo la rossi richiederebbe anni e anni di investimenti riguardanti l'arredo urbano. «Si tratta di piano di investimenti – spiega - che sarebbe stato opportuno studiare e programmare fin dagli esordi della tanto proclamata zona a traffico limitato e dalla programmazione del rifacimento della seconda parte del corso».

L’assessore ha ribadito la totale disponibilità da parte dell’Amministrazione Comunale a iniziare un percorso do studio approfondito con i settori competenti e con i diretti interessati, «al termine del quale – ha concluso - opteremo per la soluzione più condivisa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento