FiorenzuolaToday

«Spaccio di droga nel locale», chiuso per 90 giorni il Bar Shanghai

A pochi giorni dall'operazione Free Gerassa arriva il provvedimento di chiusura temporaneo della durata di 90 giorni emanato dal questore Pietro Ostuni, di un locale dove, fanno sapere gli inquirenti «si spacciava quotidianamente»

Carabinieri e polizia sul posto

L'operazione dei carabinieri del Norm di Fiorenzuola, Free Gerassa, aveva stroncato un maxi giro di spaccio di droga nel capoluogo della Valdarda. Le indagini coordinate dal sostituto procuratore Emilio Pisante avevano portato all'emissione da parte del gip di 27 misure (12 in carcere, 5 domiciliari, 6 tra tra obblighi e divieti di dimora, e 9 denunce, alle quali se ne sono aggiunte altre 4). Ora a pochi giorni dall'esecuzione delle misure, arriva il provvedimento di chiusura temporaneo della durata di 90 giorni emanato dal questore Pietro Ostuni, di un locale dove, fanno sapere gli inquirenti «si spacciava quotidianamente». Si tratta del bar Shanghai di via Illica gestito da una famiglia cinese totalmente estranea alle indagini. Si è data applicazione all'articolo 100 del Tulps (testo unico di pubblica sicurezza) che recita: «Il questore può sospendere la licenza di un esercizio nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini, o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l'ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini. Qualora si ripetano i fatti che hanno determinata la sospensione, la licenza può essere revocata». I carabinieri hanno raccolto, anche grazie alle decine di segnalazioni da parte dei cittadini, una serie di elementi che hanno, fanno sapere dalla questura, «portato Ostuni a emanare il provvedimento in quanto dimostrato come il locale fosse ritrovo abituale di spacciatori nordafricani e piacentini i quali davano appuntamento ai clienti per vendere loro hascisc, cocaina ed eroina nei pressi, all'interno e nel dehors». Nel corso degli accertamenti, durati mesi, i carabinieri del Nas avevano anche multato il bar per alcune irregolarità riscontrate nella gestione dell'esercizio. La notifica del provvedimento è avvenuta nella mattinata del 13 giugno. Sul posto per apporre i sigilli i poliziotti della divisione Pasi della questura e i carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento