menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La refurtiva recuperata dai carabinieri

La refurtiva recuperata dai carabinieri

Sull'auto attrezzi, rubati, tentano la fuga: inseguiti e presi dai carabinieri

Sono due pluripregiudicati di 28 e 41 anni, gli uomini fermati nella serata di venerdì 12 febbraio dai carabinieri di Fiorenzuola. Avevano 20mil euro in attrezzature edili rubate

Sono due pluripregiudicati di 28 e 41 anni, gli uomini fermati nella serata di venerdì 12 febbraio dai carabinieri di Fiorenzuola. A bordo dell’auto su cui viaggiavano, una Ford “Ka” rubata nel Milanese il 27 gennaio scorso, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia della Valdarda, hanno recuperato attrezzature edili risultate essere state rubate nella stessa giornata tra Parma e Fidenza. Il valore della refurtiva si aggira intorno ai 20mila euro.

Tutto è iniziato intorno alle 18,30 quando il sistema elettronico di lettura targhe dell’unione polizie Locali “Terre Verdiane” di Fidenza ha inviato una segnalazione alla centrale di un’auto rubata che si dirigeva verso Piacenza.

Nel frattempo una pattuglia del Radiomobile, nel percorrere la tangenziale, ha notato l’auto segnalata via radio alle pattuglie, allo svincolo per Chiaravalle. I malviventi, due cugini di Milano, hanno dunque fatto inversione di marcia dandosi alla fuga, ma a distanza di poche centinaia di metri i militari sono riusciti a bloccarli contro il guardrail, evitando che potessero scappare. In rinforzo è arrivata anche una pattuglia della Stazione di Castellarquato.

Sui sedili posteriori avevano a bordo diverse attrezzature utilizzate nei cantieri, quali trapani, aspiratori, martelli pneumatici e lucidatrici, rubate tra la mattinata e il tardo pomeriggio su tre furgoni di imprese edili, due in centro a Parma e uno Fidenza.

I due uomini, entrambi pluripregiudicati per ricettazione e commercio di auto rubate, si trovano ora in carcere alle Novate con l’accusa di ricettazione aggravata. La convalida del fermo dovrebbe arrivare nella giornata di lunedì.

I carabinieri non hanno ancora individuato tutti i proprietari della merce rubata, ma ad alcuni è già stata riconsegnata. Pare quindi che anche altre imprese edili della zona potrebbero aver subito qualche furto.

Il maggiore Emanuele Leuzzi, comandante della Compagnia dei carabinieri di Fiorenzuola, ha voluto rimarcare «l’importanza della collaborazione tra i cittadini e la preziosa utilità delle tecnologie, che rappresentano un grande supporto per lo svolgimento dell’attività sul territorio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento